cerca

L'ULTIMO CASO IN CAMPANIA

Noi stiamo con l'agente che spara al ladro

Due albanesi entrano in una casa a Giugliano. Poliziotto reagisce e fa fuoco. È chiara legittima difesa. Il criminale dell'est è in fin di vita al Cardarelli

Noi stiamo con l'agente che spara al ladro

Mentre l'assemblea legislativa del Veneto approvava la proposta di modifica dell'articolo 52 del codice penale, estendendo i confini della legittima difesa, un poliziotto in servizio al commissariato di Bagnoli doveva difendersi dall'accusa di aver sparato all'albanese che aveva cercato di entrare nella sua villetta, poche ore prima. Il ferimento ha alimentato il fuoco delle polemiche sulla legittimità della difesa personale, i cui termini sono oggetto di una riforma non esente da critiche, ripensamenti, mezzi passi. L'ultimo presunto giustiziere di cui si scrive è in realtà un agente di polizia, costretto a sparare al ladro che stava per entragli in casa perché il ladro medesimo gli aveva esploso contro un colpo di pistola, fortunatamente andato a finire nel frontalino del balcone.

Il malvivente in questione, Eugen Cami, trentacinque anni, precedenti penali per furto e ricettazione, irregolare in Italia e residente a Casal di Principe, è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico all' ospedale Cardarelli di Napoli, a causa delle lesioni intratoraciche riportate (il proiettile gli è entrato in un polmone). Le sue condizioni sono gravissime.
I fatti si sono consumati ieri mattina alle quattro, in una villetta gialla a due piani di via Signorelle, una quieta località residenziale di Lago Patria, una frazione di Giugliano di Napoli. L'agente dorme. In casa con lui moglie e figlio. Il cane da guardia...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Fra cascate e rocce lo spettacolo mai visto dei tuffi no-limits

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste
La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi

Opinioni