cerca

DA PIOMBINO

Incendio sul traghetto per Olbia, paura a bordo tutti illesi

Incendio sul traghetto per Olbia, paura a bordo tutti illesi

Paura la scorsa notte per un incendio divampato nel garage principale della nave "Giuseppe Sa", salpata da Piombino e diretta ad Olbia. Illese le 113 persone a bordo, 82 passeggeri e 31 membri dell'equipaggio. L'allarme è stato lanciato dal comandante all'1,30 e raccolto dalla Direzione marittima di Olbia, quando la nave, nelle acque di giurisdizione della Capitaneria di porto della Maddalena, si trovava a 50 miglia circa dall'imboccatura del porto di Olbia. Sono scattare le operazioni di soccorso, ed è stata inviata sul posto la motovedetta CP 306 della Capitaneria di porto della Maddalena. Allertati anche il rimorchiatore portuale "Mascalzone Scatenato", e i traghetti "Moby Wonder" e "Moby Aki", della stessa Compagnia di navigazione della "Giuseppe Sa", che si trovavano in zona. Da Sarzana è decollato un mezzo del Nucleo Elicotteri della Guardia Costiera e da Civitavecchia è partita un'altra motovedetta d'altura. Frattanto, il comando della nave ha attivato l'impianto fisso CO2 per l'estinzione dell'incendio e ha chiuso le paratie d'emergenza per evitare il propagarsi delle fiamme.

I passeggeri, che non hanno mai corso alcun pericolo, sono stati costantemente informati dell'evolversi degli eventi e assistiti dal comando di bordo. Alle 3.15 la motovedetta CP 306 ha intercettato la "Giuseppe Sa" e l'ha scortata fino all'ingresso del porto di Olbia, dove alle 6.20 ha ormeggiato al molo 8 del pontile Isola Bianca. Ad attenderla i Vigili del Fuoco e personale specializzato del nucleo PSC della Capitaneria di Porto di Olbia e un'ambulanza del 118. Terminate le verifiche dei Vigili del Fuoco e domate completamente le fiamme, i passeggeri hanno potuto sbarcare con i loro veicoli. L'autorità marittima ha avviato indagini per accertare cause e circostanze dell'incendio. 

La società armatrice Moby ha fatto sapere che il principio di incendio scoppiato nella notte nel garage del ponte 3, è stato causato «da un corto circuito generato da un autoarticolato imbarcato» ed è stato «prontamente domato grazie alla preparazione dell'equipaggio, che ha attivato immediatamente l'impianto fisso antincendio Co2». «Una ditta specializzata interverrà per ripristinare l'impianto co2 e verificare gli eventuali lievi danni, in modo da consentire alla nave di rientrare in linea il prima possibile, dopo aver ottenuto le necessarie autorizzazioni. A bordo erano presenti 11 autisti, 82 passeggeri, 34 camper, 1 auto, 10 articolati, 1 furgone e 7 semirimorchi. Questa sera - conclude il comunicato di Moby - la partenza da Olbia per Piombino verrà effettuata regolarmente da un'altra unità già presente nel porto di Olbia».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi

Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette
Diletta Leotta come non l'avete mai vista
Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi

Opinioni