cerca

OPERAZIONE VISIR A TRAPANI

Mafia, arrestati 14 fedelissimi del boss Messina Denaro

Mafia, arrestati 14 fedelissimi del boss Messina Denaro

"C'e' il latitante che ha i c... unciati (è infuriato), che sarebbe Messina Denaro, che si trova nelle zone nostre e ha i c... unciati... Mettiamo... E vorrebbe ammazzare a qualcuno. Uno, due, tre... quanto?". Le cimici dei carabinieri piazzate nei casolari del Trapanese, captano il dialogo tra mafiosi che svelano la presenza del superlatitante in provincia. Le indagini, culminate oggi nel fermo di 14 fedelissimi di Matteo Messina Denaro, hanno fatto emergere la presenza del capomafia nelle campagne di Marsala nel 2015 e la sua operatività e possibile periodica presenza nella Sicilia occidentale. "Ma qua - aggiunge l'interlocutore nell'intercettazione catturata dalle telecamere degli investigatori - gli ho detto, ci sarebbe da salire là sopra, a littera, lui li dovrebbe ammazzare quelli di la'... e poi scenderebbero piano piano...". L'operazione "Visir" ha disvelato lo stato di tensione nella cosca, tra le più importanti della provincia, e l'intenzione di Messina Denaro di sedare anche con la violenza, "muovendo" il suo "esercito" contro i ribelli. Accertata l'ampia disponibilità di armi e un video riprende alcuni mentre si esercitano a sparare. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni