cerca

IL LAZIALE IN PRESTITO AL LILLE

Il papà del calciatore Kishna arrestato per droga

L' uomo, del Suriname, è stato fermato sulla Cassia. Aveva in casa 311 dosi tra "fumo" e marijuana

Il papà del calciatore Kishna arrestato per droga

Era venuto nella Capitale perseguire la folgorante carriera del figlio passato dal prato dell'Amsterdam Arena a quello dello stadio Olimpico. Ma Dinesh Kishna, nativo del Suriname, è finito nei guai per la sostanza stupefacente trovata nella sua abitazione.
Il padre e manager di Ricardo, giovane promessa della Lazio, ora in prestito in Francia al Lille, è stato infatti arrestato con l' accusa di detenzione di hashish e marijuana.

Le sostanze stupefacenti, rinvenute dai militari della Compagnia Roma Cassia, sarebbero state ritrovate in più panetti, nei quali erano confezionate. Secondo gli inquirenti, infatti, il padre del calciatore della Lazio, e un altro uomo in concorso con lui, avrebbero detenuto «due panetti e nove involucri - scrivono gli inquirenti- di sostanza stupefacente del tipo hashish» e «un ulteriore quantitativo - aggiunge l'accusa - di sostanza stupefacente del tipo marijuana».
Gli oltre 60 grammi dell'una e i quasi 20 dell'altra sostanza...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi

Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette
Diletta Leotta come non l'avete mai vista
Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi

Opinioni