cerca

IL LAZIALE IN PRESTITO AL LILLE

Il papà del calciatore Kishna arrestato per droga

L' uomo, del Suriname, è stato fermato sulla Cassia. Aveva in casa 311 dosi tra "fumo" e marijuana

Il papà del calciatore Kishna arrestato per droga

Era venuto nella Capitale perseguire la folgorante carriera del figlio passato dal prato dell'Amsterdam Arena a quello dello stadio Olimpico. Ma Dinesh Kishna, nativo del Suriname, è finito nei guai per la sostanza stupefacente trovata nella sua abitazione.
Il padre e manager di Ricardo, giovane promessa della Lazio, ora in prestito in Francia al Lille, è stato infatti arrestato con l' accusa di detenzione di hashish e marijuana.

Le sostanze stupefacenti, rinvenute dai militari della Compagnia Roma Cassia, sarebbero state ritrovate in più panetti, nei quali erano confezionate. Secondo gli inquirenti, infatti, il padre del calciatore della Lazio, e un altro uomo in concorso con lui, avrebbero detenuto «due panetti e nove involucri - scrivono gli inquirenti- di sostanza stupefacente del tipo hashish» e «un ulteriore quantitativo - aggiunge l'accusa - di sostanza stupefacente del tipo marijuana».
Gli oltre 60 grammi dell'una e i quasi 20 dell'altra sostanza...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni