cerca

LA MISURA PRECAUZIONALE DELL'ARMA

Caso Cucchi, sospesi i tre carabinieri indagati per omicidio

Cucchi, i familiari e le accuse al telefono

CUCCHI, SORELLA A PIAZZALE CLODIO - FOTO 2

«Data la gravità dei fatti contestati e le circostanze di quelli indicati nei provvedimenti della magistratura» il comando generale dell'Arma ha ritenuto «doveroso», assumere il provvedimento con il quale si è proceduto «alla sospensione precauzionale dall'impiego». Con questa motivazione sono stati sospesi dal servizio i tre carabinieri indagati per la morte di Stefano Cucchi. Una misura precauzionale presa dall'Arma dopo la richiesta di rinvio a giudizio arrivata dalla procura di Roma nei confronti dei tre militari indagati per omicidio preterintenzionale e abuso di autorità: Alessio Di Bernardo, Raffaele D'Alessandro, Francesco Tedesco.

Tedesco risponde anche di falso nella compilazione del verbale di arresto e calunnia insieme al maresciallo Roberto Mandolini, all'epoca dei fatti a capo della stazione Appia, dove venne eseguito l'arresto. Vincenzo Nicolardi, anche lui carabiniere, risponde di calunnia con gli altri due, nei confronti degli agenti di polizia penitenziaria che vennero accusati nel corso della prima inchiesta sul caso. La richiesta di rinvio a giudizio, partita dalla procura dieci giorni fa, apre la strada al quinto processo sulla morte di Cucchi, dopo quelli a medici e infermieri dell'ospedale Sandro Pertini, e alle tre guardie carcerarie inizialmente accusate del pestaggio ai danni del giovane. 

«Stiamo valutando le misure processuali da adottarsi e non escludiamo di impugnare il provvedimento di sospensione dal servizio», ha annunciato Antonella De Benedictis, legale di Alessio Di Bernardo. 

 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello

Opinioni