cerca

IL RACCONTO DEI SUPERSTITI

Il pasticciere romano: "Tenevo per mano mia moglie, poi mi ha lasciato"

Valanga hotel Rigopiano Il dramma del pasticciere romano Giampaolo Matrone: Tenevo per mano mia moglie, poi mi ha lasciato

Giampaolo Matrone e Valentina Cicioni

"Le stringevo la mano e le parlavo per tenerla sveglia perché volevo che rimanesse sempre vigile. La chiamavo, poi a un certo punto non l'ho sentita più e ho capito che mi stava lasciando". A raccontarlo ai suoi soccorritori è stato Giampaolo Matrone, l'ultimo dei superstiti recuperato dalle macerie dell'hotel Rigopiano: la moglie, Valentina Cicioni, risulta ancora tra i dispersi del disastro. Matrone ha raccontato anche di un'altra donna che stava vicino a lui e che non dava segnali di vita. Il giovane è stato trasportato in ospedale e sottoposto a un intervento chirurgico.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Incidente in fabbrica, un fiume di succo di frutta invade la città

Agguato nella bisca del domino, lo colpiscono con un'ascia ma rimane illeso. Poi la rissa
Belen, show nuda nella vasca. E il web impazzisce
Lei è la sindaca? La Merkel snobba Virginia Raggi