cerca

IL RACCONTO DEI SUPERSTITI

Il pasticciere romano: "Tenevo per mano mia moglie, poi mi ha lasciato"

Valanga hotel Rigopiano Il dramma del pasticciere romano Giampaolo Matrone: Tenevo per mano mia moglie, poi mi ha lasciato

Giampaolo Matrone e Valentina Cicioni

"Le stringevo la mano e le parlavo per tenerla sveglia perché volevo che rimanesse sempre vigile. La chiamavo, poi a un certo punto non l'ho sentita più e ho capito che mi stava lasciando". A raccontarlo ai suoi soccorritori è stato Giampaolo Matrone, l'ultimo dei superstiti recuperato dalle macerie dell'hotel Rigopiano: la moglie, Valentina Cicioni, risulta ancora tra i dispersi del disastro. Matrone ha raccontato anche di un'altra donna che stava vicino a lui e che non dava segnali di vita. Il giovane è stato trasportato in ospedale e sottoposto a un intervento chirurgico.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello

Opinioni