cerca

IL TERRORE TRA NOI

Allerta terrorismo nel Lazio: in manette un affiliato di al Qaeda

Allerta terrorismo nel Lazio: in manette un affiliato di al Qaeda

L'ombra del terrorismo spaventa l'Italia e, in particolare il Lazio. In tutta la Regione sono in corso, da stamattina, perquisizioni nei confronti di sospettati di appartenere ad organizzazioni terroristiche. Gli agenti della Digos hanno anche eseguito una misura di custodia cautelare in carcere, nei confronti di un affiliato a Ansar Al-Sharia, organizzazione libica considerata vicina ad al-Qaeda. Ed è proprio in carcere che l'uomo, Hmidi Saber, 34 enne tunisino, ha fatto proselitismo a sostegno del jihad. 

Saber, hanno riferito gli inquirenti, è già transitato per sei istituti carcerari italiani e in cella aveva esultato dopo gli attentati terroristici. Nella sua casa, all'interno di un camping nella zona di Malafede a Roma la polizia, nel 2014, aveva trovato una bandiera dell'Isis, una tunica nera, una pistola e testi coranici. 

Proprio quell'anno Saber fu arrestato dopo che, fermato per un controllo, aveva puntato la pistola contro gli agenti della Romanina ed era fuggito. L'Antiterrorismo sta indagando su una rete di tunisini e libici che lo avrebbero appoggiato.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Diletta Leotta come non l'avete mai vista 

Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi
Degrado capitale, la stazione Termini è un  vespasiano a cielo aperto
La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"