cerca

RIO DE JANEIRO

Italiano finisce per sbaglio in una favelas, ucciso dai narcos con un colpo alla testa

Italiano finisce per sbaglio in una favelas, ucciso dai narcos con un colpo alla testa

Roberto Bardella (a sinistra) con Rino Polato

Un turista italiano, Roberto Bardella, 52 anni, è stato ucciso da narcotrafficanti dopo essere finito per errore in una favela di Rio de Janeiro nel sobborgo sud-occidentale di Santa Teresa. La vittima si trovava su una moto con un amico, Rino Polato, 59 anni, ed è stato ucciso con un colpo alla testa dagli uomini della banda che controlla la zona di Morro dos Prazes. Polato, scrive il sito locale Veja Abril, è stato inizialmente sequestrato dai killer dell'amico ma dopo poco rilasciato e si trova in stato di shock. Dopo l'uccisione del turista italiano sono giunte sul posto le unità del Battaglione Forze Speciali della Polizia Militare brasiliana (Bope). La Farnesina segue il caso con il consolato generale a Rio de Janeiro, in stretto raccordo con le autorità locali.

La vittima e l'amico, appassionati di moto, erano partiti il 29 novembre scorso da Venezia per un tour sulle due ruote attraverso il Sud America. Su Facebook avevano postato le tappe del viaggio: da Asuncion al Paraguay e dall'Argentina al Brasile. Avrebbero proseguito poi con destinazione Colombia, Perù, Cile e Bolivia. Purtroppo si sono fermati a Rio. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Diletta Leotta come non l'avete mai vista 

Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi
Degrado capitale, la stazione Termini è un  vespasiano a cielo aperto
La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"