cerca

CONTRORDINE

Il Viminale contro i radical chic. A Capalbio arrivano i migranti

Il Viminale contro i radical chic. A Capalbio arrivano i migranti

Il Viminale prende a schiaffi i radical-chic. I profughi a Capalbio arriveranno. A sconfessare il prefetto di Grosseto è il Viminale. Che, in una nota, conferma: «Il provvedimento del prefetto di Grosseto non comporterà il mancato arrivo di richiedenti asilo a Capalbio» dove «saranno quindi ospitati un numero di richiedenti asilo in proporzione alla popolazione residente». «Il Comune di Capalbio, infatti - ricorda il Viminale - con delibera dello scorso 2 settembre, si è impegnato ad aderire al progetto Sprar delegando il sindaco alla presentazione e alla sottoscrizione dei relativi protocolli». Dunque il comune toscano ospiterà i richiedenti asilo «in attuazione della direttiva del ministro dell'Interno, Angelino Alfano, dell'11 ottobre scorso, che richiama il piano condiviso con l'Anci, nell'ottica dell'accoglienza diffusa sull'intero territorio nazionale».

La decisione arriva a 24 ore dall'annuncio da parte del prefetto Cinzia Teresa Torraco di annullare il bando e di non procedere all'affidamento del servizio di accoglienza dei profughi. Cinquanta quelli attesi e che dovrebbero trovare accoglienza nel condominio "Il Leccio". La protesta era iniziata la scorsa estate, quando i residenti (molti dei quali personaggi famosi che scelgono la "piccola Atene" per trascorrere le vacanze) si erano opposti all'arrivo degli immigrati. Il sindaco di Capalbio, addirittura, aveva parlato di "catastrofe per l'appeal" del delizioso borgo. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • mario

    rossi

    08:08, 25 Novembre 2016

    Solo gli imbecilli parlano di razzismo.

    Il problema, cari deficienti sinistrati e nascosti dietro le tonache papali, non e`ospitare i rifugiati, come ben sapete e che fate finta di non sapere. La prima cosa e`che e` aberrante costringere ad ospitare in percentuale, perche`ogni comune ha la sua fisionomia e le sue esigenze. Ma la chiamano democrazia i sinistrati. Secondo, e piu`importante, e`che una volta espletate le ricerche per vedere se siano veramente rifugiati genuini, gli altri, i non aventi diritto, debbono assolutamente essere rimpatriati. Cosa che assolutamente non si fa. Qui`e` il problema, ci opponiamo non ai rifugiati veri, ma quelli che una volta entrati, ci tocca mantenere e ospitare COMUNQUE, perche`Alfano, i sinistrati e i clericali, non vogliono. Chi e`razzista? Chi e`xenofobo contro gli italiani?

    Rispondi

    Report