cerca

Ecco come (e dove) rinascerà Amatrice

Frazione per frazione, le aree individuate da sindaco e tecnici TERREMOTO L’elenco delle 153 casette nei paesi. A San Cipriano la nuova scuola

Ecco come (e dove) rinascerà Amatrice

Scuola capranica

AMATRICE (RIETI) La grandinata di ieri pomeriggio ha ricordato che l’estate è ormai agli sgoccioli. Amatrice e le sue frazioni non possono aspettare la ricostruzione, e realizzare piccole città temporanee con moduli abitativi dignitosi diventa la priorità. Scartata l’ipotesi «new town» ha prevalso la difesa del campanile e l’esigenza di collocare i prefabbricati in aree libere all’interno degli stessi paesini devastati dal terremoto. Le prime aree individuate dal sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi e dai suoi collaboratori vedono tre siti ad Amatrice, uno per ogni paesino di Saletta, Cassito, Casale e San Lorenzo e Flaviano. I nuovi "quartieri" - di cui Il Tempo è venuto a conoscenza in anteprima - sono ora al vaglio della Regione; i container assegnati sono 879 e subito disponibili con gara Consip. «Ho scatenato l’inferno» commenta Pirozzi. «Avrei voluto moduli in legno ma si trattava di attivare un’altra gara e non era il caso. Sono comunque di ultima generazione e a risparmio energetico. Ma soprattutto sono pronti da subito. Ogni giorno che passa è un giorno in più per la mia gente nelle tendopoli». Ma non solo case. Obiettivo del Sindaco è la realizzazione di un’area che preveda una struttura ludica e centri di aggregazione culturale, come il cinema e il teatro, per ricostruire pezzo dopo pezzo la comunità devastata.

 

 

AMATRICE

Tre le aree individuate per contenere gli 879 moduli abitativi di Amatrice. Evidenziate in rosso, sono in via Picente, vicino al campo sportivo, nell’area libera al confine con San Cipriano e in via del Castagneto.

 

 

 

 


 

 

 

COSSITO

A Cossito, una frazione che prima del sisma contava appena 13 residenti, la zona dove montare 25 moduli abitativi è stata individuata a pochissimi passi da dove si trovavano le case distrutte dal sisma.

 

 

 

 

CASALE

Per dare un tetto ai 22 abitanti di Casale, il sindaco Sergio Pirozzi e i tecnici comunali hanno individuato un’area a ridosso del bivio che porta all’agglomerato. Ospiterà 25 unità abitative.

 

 

 

 

SAN LORENZO E FLAVIANO

Nell’area di SS. Lorenzo e Flaviano i moduli abitativi a risparmio energetico saranno 15 e verranno allestiti nella parte bassa della frazione, in direzione del cimitero e non lontano dalle macerie delle abitazioni. 

 

 

 

 

SALETTA

Nella frazione dove il terremoto ha colpito più duramente lasciando 14 persone sotto le macerie, due in più dei 12 che vi risiedevano stabilmente, l’area individuata è all’iinizio del paese, a due passi dalle case distrutte.

 

 

 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello

Opinioni