cerca

Immigrazione, Mattarella: No a un "grande cimitero nel Mediterraneo"

Per il presidente della Repubblica è una condizione inaccettabile per chi ha a cuore la civiltà umana. La Croazia mette a disposizione una Guardiacosta

Immigrazione, Mattarella: No a un "grande cimitero nel Mediterraneo"

mattarella

"Non si può accettare l'idea che il Mediterraneo sia un grande cimitero per chi cercava una vita migliore e aveva delle speranze, è una cosa inaccettabile per chiunque abbia a cuore la civiltà umana". Lo ha affermato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella al termine dei colloqui con l'omologo croato Kolinda Grabar-Kitarovic.

 

"Contrastare i mercanti di vite umane". I mercanti di vite umane e di immigrati disperati "vanno contrastati con tutta la forza e il vigore possibile". Lo ha chiesto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella al termine dei colloqui con l'omologo croato Kolinda Grabar-Kitarovic. "Non si può accettare l'idea che il Mediterraneo sia un grande cimitero per chi cercava una vita migliore e aveva delle speranze", ha aggiunto Mattarella, "è una cosa inaccettabile per chiunque abbia a cuore la civiltà umana".

 

L'impegno della Croazia. La Croazia si è impegnata oggi a mettere a disposizione nelle operazioni di contrasto al traffico degli immigrati una unità della propria Marina. Si tratta di una Guardiacosta che sarà a disposizione dal 10 maggio. "Occorre intervenire alla radice dei fenomeni migratori", ha proseguito Mattarella ricordando che i flussi sono generati da situazioni estreme come guerre e carestie. Si tratta di esseri umani "che diventano fonte di arricchimento per i criminali". Parole molto simili quelle usate dalla presidente croata, che ha riconosciuto il ruolo di guida assunto dall'Italia di fronte all'emergenza. Siamo concordi sul fatto che si tratti di un problema europeo", ha detto Grabar-Kitarovic, "c'è bisogno di solidarietà a livello europeo e la Croazia darà il suo aiuto concreto, con questa nave che metteremo a disposizione da maggio. E' un problema da risolvere alla radice, nelle zone di provenienza. Dobbiamo lavorare insieme per stabilizzare la zona e portare avanti la lotta ai trafficanti di uomini".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Diletta Leotta come non l'avete mai vista 

Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi
Degrado capitale, la stazione Termini è un  vespasiano a cielo aperto
La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"