cerca

Giulia Ligresti interrogata per sette ore

Inchiesta Fonsai: la donna molto provata ha risposto a Torino a tutte le domande del pm

«È stato un colloquio franco e positivo, un confronto che si può definire sereno anche perché abbiamo di fronte un pm sereno e colloquiale, ma certamente la signora non è serena, anzi è molto provata dalla detenzione». Così i legali di Giulia Ligresti, Gian Luigi Tizzoni e Alberto Mittone, al termine dell'interrogatorio, davanti al magistrato Marco Gianoglio, dell'ex presidente di Premafin che è durato circa sette ore, il cui contenuto è stato secretato. «La durata del confronto - hanno aggiunto gli avvocati - lascia intendere che c'è un fronte aperto e la signora verrà risentita molto probabilmente la prossima settimana». «I salti hanno sempre delle componenti di rischio - ha aggiunto Mittone - a maggior ragione per chi da una vita serena e tranquilla si vede catapultata in un carcere. Abbiamo cercato di fare la nostra parte mettendola a suo agio - hanno concluso i legali - e confidiamo di essere stati esaurienti». Prima di essere arrestata, la scorsa settimana, Giulia Ligresti, era già stata ascoltata dai magistrati torinesi altre tre volte.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni