cerca

Marche, forte terremoto nella notte tra sabato e domenica

Due scosse con epicentro tra Sirolo e Numana (Ancona) e Porto Recanati (Macerata). La prima, di magnitudo 4.9, alle 3.32, stessa ora del sisma che colpì L'Aquila. Panico e gente in strada ma nessun danno. Avvertito anche in Abruzzo

Marche, forte terremoto nella notte tra sabato e domenica

Marche, terremoto a largo di Ancona

Terremoto nel weekend tra le province di Ancona e Macerata. Alle 3.32 - la stessa ora del sisma che colpì L'Aquila il 6 aprile 2009 - si è registrata una scossa di 4,9 gradi Richter, seguita da una serie di scosse minori. Alle 5.07 un'altra scossa importante, questa volta di 4 gradi. L'epicentro è localizzato tra i comuni della riviera del Conero Sirolo e Numana, in provincia di  Ancona, e Porto Recanati, in provincia di Macerata e Loreto (AN). L'evento è stato registrato ad una profondità di 8.4 Km. Alle 10 a Loreto la riunione tra i sindaci dei comuni interessati alle scosse e i rappresentanti regionali e provinciali del volontariato della protezione civile.La scossa è stata avvertita con chiarezza anche nel Fermano.

NESSUN DANNO
Solo qualche caduta di intonaco ma nessun danno di rilievo. È quanto hanno verificato i vigili del fuoco tra Recanati, in particolare nell'area del porto, Ancona e Macerata. I pompieri hanno ricevuto centinaia di chiamate da parte dei residenti spaventati e stanno procedendo a tutte le verifiche del caso. Al momento, comunque, la situazione appare sotto controllo.

LO SCIAME SISMICO
Sono diverse le scosse dello sciame sismico che ha colpito le Marche nella notte. La prima, la più forte, è stata registrata alle 3.32, di magnitudo 4,9. Poi, alle 4.08, una scossa di magnitudo 2,0 seguita da un'altra di 2,6 alle 4.15. Ancora 2,2 alle 4.18, poi 2,3 alle 4.54, e una, molto più forte, di 4,0 alle 5.07. L'ultima, di 2,5 alle 7.40.

MONTI SORPRESO DAL SISMA
Anche Mario Monti alle prese con il sisma che ha colpito le Marche la notte scorsa. L'ex premier ha raggiunto per il weekend moglie, nipoti e figli a Porto Recanati, tra le località prossime all'epicentro del terremoto, e alle prime ore del mattino è stato bruscamente svegliato dalle scosse sismische, costretto con i suoi cari ad allontanarsi dall'abitazione dove era giunto per trascorrere qualche giorno di relax in famiglia. L'ex premier, confermano dal suo staff, si è subito attivato per seguire l'andamento del sisma e capire se ci fossero danni a persone o cose.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni