cerca

Finisce il quinto conto energia Ma la gridparity fotovoltaica appare ancora un sogno lontano

Investire nel fotovoltaico? Al momento non conviene più. Sarebbe però più corretto sostenere, che, ora è il momento di temporeggiare e vedere quali strategie vorrà adottare il governo nazionale, per...

Finisce il quinto conto energia Ma la  gridparity fotovoltaica appare ancora un sogno lontano

BX_B__WEB

Investire nel fotovoltaico? Al momento non conviene più. Sarebbe però più corretto sostenere, che, ora è il momento di temporeggiare e vedere quali strategie vorrà adottare il governo nazionale, per arrivare alla gridparity fotovoltaica. Un traguardo, che a sentire gli esperti non sarebbe poi così troppo lontano, infatti, si entrerebbe in un regime di gridparity quando l’energia elettrica prodotta a partire da fonti di energia alternative, avrà lo stesso prezzo dell’energia tradizionale prodotta tramite fonti di energia fossili.

Secondo il report «PV GridParity Monitor» della società di consulenza tedesca Eclareon, in Italia già sussistono delle situazioni, dove installare un impianto non incentivato è più conveniente. Tuttavia per raggiungere un perfetto regime di gridparity c’è ancora da aspettare. Di certo invece c’è che si stanno per arrestare gli incentivi del governo. Lo stop arriva con la cessazione del V conto energia, che ormai a giorni toccherà la fatidica soglia dei 6,7 miliardi annui di incentivi nazionali. Chi è dentro è dentro, e chi non ne ha usufruito, non potrà fare nulla per rientrare in gioco. Un destino da cui sono esenti oltre 53 mila gestori di impianti, che hanno portato la documentazione richiesta nei tempi utili. Tali impianti, hanno prodotto circa 18.217 megawatt. I dati sono stati forniti dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE), che stima di chiudere il V conto nei primi giorni del mese di agosto. Addio dunque al decreto ministeriale del 5 luglio 2012 che cesserà di applicarsi - specifica il Gse - decorsi trenta giorni solari dalla data di pubblicazione della delibera dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas, con la quale verrà dunque sancito ufficialmente il raggiungimento del tetto di incentivazioni. Resta da capire se davvero il governo non intenderà proseguire sulla strada degli incentivi.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Strage Manchester, il momento dell'esplosione. I video amatoriali

Manchester, strage al concerto di Ariana Grande
Bayern in festa, Ancelotti intona "I migliori anni della nostra vita"
Ratajkowski e Bella Hadid, il balletto lesbo fa impazzire il web