cerca

Sigilli a otto stabilimenti balneari

Avrebbero occupato abusivamente il suolo demaniale. Il blitz effettuato della Guardia costiera a Napoli

Otto stabilimenti balneari che occupavano abusivamente il suolo demaniale marittimo sono stati sequestrati dalla Guardia costiera di Napoli. I militari hanno eseguito un decreto emesso dal gip presso il Tribunale di Napoli su richiesta della Procura. I lidi sequestrati sono tra i più frequentati dai bagnanti provenienti da Napoli ma anche oltre provincia. Si tratta dei lidi 'Le Dune, 'Le Aquile, 'Capri, 'Nereidi, 'Tramonto d'Oro, 'Sorriso, 'Vittoria e 'Mon Soleil'. In base alle indagini svolte dalla Guardia costiera è emerso che ben due chilometri di costa ricadenti nel comune di Pozzuoli erano illegittimamente occupati dagli otto lidi sequestrati, sulla scorta di concessioni demaniali marittime scadute oppure illegittimamente prorogate oppure del tutto assenti in alcuni casi. Cinque dei lidi sottoposti a sequestro occupavano aree demaniali oggetti della concessione demaniale marittima rilasciata al consorzio Marina di Licola scaduta il 31 dicembre del 2008 e per la quale il comune di Pozzuoli aveva già disposto l'immediata cessazione dell'attività del suddetto consorzio con una ordinanza del 15 maggio di quest'anno.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni