cerca

Napoli: ucciso dal padre della fidanzata

Una vicenda in ambito familiare con tensioni per un fidanzamento non gradito ha portato alla morte Vincenzo De Stasio, 25 anni

Napoli: ucciso dal padre della fidanzata

UCCISO-C_WEB

Proprio non riusciva ad accettare che la figlia si fosse fidanzata con quel ragazzo: da una lite è nata così la tragedia. È infatti una vicenda in ambito familiare con tensioni per un fidanzamento non gradito, quella che ha portato alla morte Vincenzo De Stasio, 25 anni, ucciso dal padre della fidanzata e lasciato in un'auto, una Fiat Panda, in Corso Lucci a Napoli.

I carabinieri all’alba sono andati a verificare il racconto dell'uomo che si era costituito in una caserma di San Gennaro al Vesuvio, in stato di agitazione, dicendo: «Ho ucciso un uomo, ho lasciato il corpo in una macchina».

Il padre della fidanzata ha raccontato ai pm della Procura di Nola la sua versione, ora al vaglio degli investigatori. L'uomo sostiene di avere incontrato De Stasio ad Acerra dove vive e che a un certo punto il ragazzo ha impugnato una pistola.

Il padre della fidanzata della vittima ha raccontato di averlo quindi disarmato e ucciso. Poi ha detto di avere messo il corpo del ragazzo in auto per portarlo in ospedale. Ma, strada facendo -ha proseguito nel suo racconto l'uomo- si è accorto che il ragazzo era morto e ha deciso di abbandonarlo in auto in corso Arnaldo Lucci.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500