cerca

Inchiesta sugli esami facili all’università

La Direzione distrettuale antimafia di Messina ha disposto sei ordinanze cautelari

Un’inchiesta sugli «esami facili» all’università ha portato a sei ordinanze cautelari. L’indagine è coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Messina, che ipotizza, a vario titolo, nei confronti dei destinatari dei provvedimenti, i reati di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso e associazione per delinquere finalizzata al voto di scambio, all'usura e al millantato credito. Al centro dell'inchiesta un'organizzazione che, secondo gli investigatori, avrebbe influenzato le prove di ammissione alle facoltà a numero chiuso e gli esami universitari, con al vertice un calabrese ritenuto legato a esponenti della 'ndrangheta locale. I provvedimenti dell'operazione «Campus», richiesti dal procuratore aggiunto Sebastiano Ardita e dal sostituto Liliana Todaro della Dda peloritana, coordinati dal procuratore capo Guido Lo Forte, sono in corso di esecuzione tra Messina e Brescia.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello