cerca

Uccisa e messa nel congelatore, arrestato il fidanzato

Delitto di Bologna, l’imprenditore sardo rintracciato in un agriturismo in Gallura. È accusato di omicidio volontario

E' stato arrestato a Olbia, Giulio Caria, 34 anni, imprenditore di Berchidda (Gallura), ricercato per l'omicidio della fidanzata Silvia Caramazza, 39 anni, il cui corpo è stato trovato chiuso in un congelatore a pozzetto nella sua camera da letto a Bologna. La scomparsa della donna era stata denunciata da due amiche lo scorso 14 giugno. Il fidanzato della vittima si era reso irreperibile dopo essere stato ascoltato di persona dalla Squadra mobile di Bologna martedì scorso. Il suo racconto sulla scomparsa della ragazza non era risultato convincente. L'arresto è stato eseguito dal Reparto territoriale dei carabinieri di Olbia. L’uomo aveva preso alloggio in un agriturismo di Padru, in Gallura. Quando il titolare dell'agriturismo l'ha riconosciuto - secondo quanto riferito dagli inquirenti - Caria ha cercato di nascondersi in campagna. L'artigiano in passato era stato denunciato per atti persecutori dall'ex compagna, dalla quale ha avuto un figlio, e che vive in Sardegna.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni