cerca

Blitz contro il clan dei Casalesi in tutt’Italia: decine di arresti

I reati contestati vanno dalla partecipazione al concorso esterno in associazione a delinquere di stampo mafioso, esercizio abusivo dell'attività di gioco e scommesse, frode informatica e riciclaggio

Blitz contro il clan dei Casalesi in tutt’Italia: decine di arresti

CLAN-C_WEB

Si chiama Normandia 2 l'operazione dei carabinieri del Ros insieme a quelli del comando provinciale di Caserta e polizia e Guardia di finanza per eseguire 57 misure cautelari nei confronti di esponenti del clan dei Casalesi in diverse regioni d'Italia. Eseguiti anche sequestri beni per centinaia di milioni di euro. I dettagli dell'operazione saranno illustrati in procura a Napoli alle ore 11. Arresti sono stati eseguiti nelle province di Napoli e Caserta, Frosinone, Modena, Reggio Emilia e Catania. I reati contestati ai 57 indagati vanno dalla partecipazione al concorso esterno in associazione a delinquere di stampo mafioso, esercizio abusivo dell'attivita' di gioco e scommesse, illecita concorrenza eseguita con violenza e minaccia, truffa aggrava ai danni Stato, frode informatica, riciclaggio e reimpiego di capitali, intestazione fittizia di beni, estorsione ed altri reati aggravati da finalità mafiose. L'indagine è nata cinque anni fa da un'inchiesta del pm Antonello Ardituro che porto' in carcere oltre 40 persone e da cui si staccarono le posizioni di due prefetti di Caserta, Maria Elena Stasi e Paolino Maddaloni, imputati in un procedimento che si e' chiuso presso il tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Stasi e Maddaloni sono stati poi condannati l'inverno scorso, per aver favorito alcune ditte vicine al clan dei Casalesi, come la Orion, per l'installazione di alcune centraline per verificare la qualita' dell'aria di Caserta. Dall'indagine principale sono nati poi altri due processi: il primo concluso un anno fa con la condanna di Nicola Ferraro, ex consigliere regionale Udeur, a nove anni e quattro mesi, accusato di essersi accordato col clan nella doppia veste di imprenditore nel settore dei rifiuti e di politico per ottenere vantaggi per le sue aziende e voti. In cambio, con il fratello, Luigi, avrebbe favorito i Casalesi e le aziende da loro controllate.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500