cerca

Napolitano ai 90 anni del Cnr «Più risorse per la ricerca»

«Lo sviluppo della ricerca scientifica ha un'importanza decisiva» per questo «sono essenziali delle politiche pubbliche che favoriscano la sinergia tra risorse pubbliche e private». È quanto ha...

«Lo sviluppo della ricerca scientifica ha un'importanza decisiva» per questo «sono essenziali delle politiche pubbliche che favoriscano la sinergia tra risorse pubbliche e private». È quanto ha detto il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, intervenendo alle celebrazioni della Giornata per l'Innovazione del Cnr in occasione del novantesimo anniversario del Consiglio nazionale delle ricerche, alla presenza del presidente del Cnr, Luigi Nicolais. Occorre, ha aggiunto Napolitano, «mobilitare al massimo energie e risorse pubbliche e private. Sono decisive le politiche pubbliche ma sono poi determinanti le istituzioni, questo discorso vale per la ricerca ma potrebbe essere generalizzato». Per Napolitano «le persone che fanno ricerca sono una grandissima e straordinaria ricchezza per il nostro Paese. Affinchè le persone che fanno ricerca debbano vedersi garantite almeno condizioni minime di serenità» è necessario che si agisca anche «con la politica di governo. Io credo di essermi molto speso sul tema della ricerca. Rischio la ripetitività ma occorre ripetersi cocciutamente perchè alla fine, forse a furia di ripetersi, può darsi che qualcuno raccolga». Il Cnr è il più grande ente di ricerca italiano, dove lavorano oltre ottomila persone.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette

Opinioni