cerca

Il Papa ai giovani: siate fieri di andare controcorrente

Il messaggio di Francesco sul martirio quotidiano, che non comporta la morte ma compiere il proprio dovere con amore.

Il Papa ai giovani: siate fieri di andare controcorrente

Papa Francesco celebra l'Angelus in piazza San Pietro

Il coraggio di andare controcorrente. E' questo il messaggio di Papa Francesco ai giovani nel corso dell'Angelus odierno in piazza San Pietro. "Cari giovani, quando vi propongono dei valori avariati, quelli che come un pasto avariato ci fanno male, abbiate il coraggio di andare controcorrente e siate fieri di farlo", ha detto il Pontefice. "Ricordatevi bene - ha insistito rivolgendosi poi nuovamente ai ragazzi presenti nella folla di piazza San Pietro - non vogliamo mangiare un pasto andato a male".

MARTIRI QUOTIDIANI
Il Pontefice commentava le parole di Gesù sul martirio che attendeva i suoi discepoli, ricordando che "ci sono tante persone, cristiani e non cristiani, che perdono la propria vita per la verità". "Oggi, in molte parti del mondo - ha detto il Santo Padre -  ci sono martiri: uomini e donne che sono imprigionati, uccisi per il solo motivo del loro essere cristiani. E sono in numero maggiore che nei primi secoli della Chiesa. Ma c'è anche il martirio quotidiano, che non comporta la morte ma è anch'esso un 'perdere la vita' per Cristo, compiendo il proprio dovere con amore, secondo la logica di Gesù, la logica del dono, del sacrificio. Quanti papà e mamme ogni giorno mettono in pratica la loro fede offrendo concretamente la propria vita per il bene della famiglia! Quanti sacerdoti, frati, suore svolgono con generosità il loro servizio per il regno di Dio! Quanti giovani rinunciano ai propri interessi per dedicarsi ai bambini, ai disabili, agli anziani", ha detto Papa Francesco durante l'Angelus ai numerosi fedeli predsenti in piazza San Pietro.

IL TRENO DEI BAMBINI
È arrivato poco prima delle 12, all'interno di Città del Vaticano, nella stazione San Pietro, il Treno dei Bambini, uno speciale Frecciargento che ha trasportato a Roma oltre 250 bambini in difficoltà. I piccoli viaggiatori sono stati accolti da Papa Francesco sulla banchina della stazione ferroviaria di San Pietro, all'interno di Città del Vaticano, insieme al presidente del Gruppo FS Italiane Lamberto Cardia e all'ad Mauro Moretti. Il convoglio, su cui hanno viaggiato anche circa 150 adulti accompagnatori, è partito alle 7.30 di questa mattina da Milano Centrale, fermando anche a Bologna Centrale e a Firenze Santa Maria Novella. A bordo del treno i bambini sono stati impegnati in percorsi educativi ed artistici. Ai piccoli viaggiatori sono stati donati anche cappellini rossi e matite colorate. I bambini hanno viaggiato a ritmo di musica, grazie alla presenza a bordo dell'Orchestra Popolare diretta dal maestro Sparagna. Per l'ingresso nella Stazione Vaticana, che non è dotata di rete elettrica, il Frecciargento, composto da 7 carrozze, è stato agganciato a un locomotore diesel. Dopo l'incontro con il Santo Padre, continuato nell'Aula Paolo VI, il convoglio è poi ripartito alla volta di Milano. Questo "viaggio attraverso la bellezza" è promosso dal Cortile dei Bambini e conferma ancora una volta l'impegno sociale del Gruppo FS Italiane, reso concreto dalle numerose iniziative intraprese negli ultimi anni.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni