cerca

Tutti in piazza per la protesta silenziosa

ISTANBUL Nella Turchia percorsa ancora da manifestazioni, che si vanno via via affievolendo, prende piede la protesta silenziosa lanciata ieri a piazza Taksim dal coreografo Erdem Gunduz. Scontri...

ISTANBUL Nella Turchia percorsa ancora da manifestazioni, che si vanno via via affievolendo, prende piede la protesta silenziosa lanciata ieri a piazza Taksim dal coreografo Erdem Gunduz. Scontri notturni si sono registrati ad Ankara e Eskisehir, mentre a Istanbul ieri diverse decine di persone si sono radunate in piazza, immobili e in silenzio, come l'uomo «in piedi» che l’altro ieri era rimasto fermo per otto ore. Rispetto ai giorni precedenti, minore la presenza della polizia a Taksim, di nuovo meta di turisti e semplici cittadini. Proteste silenziose anche nella capitale, nella città meridionale di Adana e in quella orientale di Izmir, con centinaia di persone immobili in spazi pubblici in segno di quieta ribellione. Le proteste hanno perso d'intensità da quando la polizia ha sgomberato Gezi Park sabato, scacciando migliaia di manifestanti e dando il via a un fine settimana di violenze. In quasi tre settimane di proteste, quattro persone sono morte e oltre 7.500 sono rimaste ferite, mentre centinaia sono state arrestate.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni