cerca

Ergastolo per Vantaggiato: giustizia è fatta per la piccola Melissa

Ergastolo. La Corte di Assise del Tribunale di Brindisi ha condannato Giovanni Vantaggiato alla massima pena prevista dall'ordinamento per l'attentato compiuto il 19 maggio del 2012 davanti alla...

Ergastolo per Vantaggiato: giustizia è fatta per la piccola Melissa

++ ORDIGNO BRINDISI: MORTA STUDENTESSA ++

Ergastolo. La Corte di Assise del Tribunale di Brindisi ha condannato Giovanni Vantaggiato alla massima pena prevista dall'ordinamento per l'attentato compiuto il 19 maggio del 2012 davanti alla scuola Morvillo-Falcone, nel quale ha perso la vita la piccola Melissa Bassi e sono rimaste gravemente ferite le sue compagne.

Nell'aula Metrangolo, davanti ai genitori di Melissa e alle compagne di scuola Selena, Azzurra e Sabrina che indossavano magliette con il volto dell'amica (Vantaggiato non era presente), la sentenza di primo grado è stata letta dopo oltre quattro ore di camera di consiglio e ha accolto quasi integralmente le richieste presentate dal procuratore Cataldo Motta e dal sostituto Guglielmo Cataldi. Al bombarolo è stato riconosciuto il reato di strage aggravata dalla finalità terroristica, diciotto mesi di isolamento diurno e gli sono stati anche sequestrati due milioni di euro come risarcimento ai genitori di Melissa, alle altre studentesse ferite e alle parti civili.

Il processo era iniziato nel gennaio scorso. Le udienze hanno registrato momenti drammatici durante le ricostruzioni delle terribili sequenze della strage (dalla preparazione al momento in cui fu premuto il tasto del telecomando a distanza che innescò l'esplosione). Vantaggiato è apparso all'inizio smagrito per perseguire la finzione di apparire in gravi condizioni di salute e addivenire ad un regime carcerario meno pesante. La moglie dell'assassino è comparsa come teste e si è avvalsa della facoltà di non rispondere. Poi c'è stato l'accorpamento con il procedimento Parato, legato ad un altro attentato confessato da Vantaggiato ai danni di un suo debitore insolvente.

In mattinata il legale di Vantaggiato, Franco Orlando, aveva provato a recriminare per la perizia psichiatrica non effettuata e a contestare l'aggravante terroristica . La Corte non ha ritenuto valida questa tesi e la sentenza ha rispecchiato l'impianto dalla pubblica accusa.Dopo il verdetto le compagne di Melissa sono scoppiate in lacrime. Azzurra ha subito scritto su Facebook le sue emozioni ("Quell'animale deve marcire là dentro e deve pagare come si deve!") mentre mamma Bassi ha pregato per Melissa: «Abbiamo avuto un minimo di giustizia ma nessuna condanna ce la restituirà». E ha ricordato quando la mattina dell'attentato sua figlia le aveva parlato del compito in classe che doveva fare e l'aveva salutata dandole un bacio e appuntamento a pranzo. Per Vantaggiato un solo commento: «Ha avuto quello che si merita chi uccide gli innocenti. Lo abbiamo guardato negli occhi». Stamattina Sabrina e Vanessa saranno nella scuola Morvillo-Falcone per la prova d'italiano degli esami di maturità. L'incubo della bomba resterà indelebile.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello