cerca

Maxi sequestro dei beni Ilva: respinto il ricorso

Il Tribunale del Riesame ha detto «no» alla richiesta dell’azienda di Taranto

Maxi sequestro dei beni Ilva: respinto il ricorso

++ ILVA: RIESAME, SEQUESTRO SENZA FACOLTA' D'USO ++

Il Tribunale del riesame di Taranto ha respinto il ricorso dei legali di Riva Fire contro il maxi sequestro preventivo di beni e disponibilità finanziarie fino alla concorrenza di 8,1 miliardi di euro, disposto nelle scorse settimane dal gip del tribunale jonico Patrizia Todisco, a carico della stessa società e di Ilva Spa nell'ambito dell'inchiesta sul presunto disastro ambientale e sul mancato investimento delle risorse equivalenti per la bonifica e il risanamento dell'impianto siderurgico. La Riva Fire aveva chiesto la revoca del provvedimento. La Procura si era opposta. Per il momento è noto solo il dispositivo. Le motivazioni saranno rese pubbliche successivamente. Nei giorni scorsi, durante l'udienza, i legali di Ilva Spa, su input dell'ex amministratore delegato Enrico Bondi, poi diventato commissario governativo, avevano ritirato il ricorso visto il mutato quadro normativo, a seguito proprio del commissariamento deciso dal governo Letta. Finora i militari della Guardia di Finanza sono riusciti a sequestrate solo una parte del 'tesorò dell'Ilva e della famiglia Riva (si parla di circa 1 miliardo), avendo avuto difficoltà a rintracciare soprattutto le disponibilità finanziarie. Gli investigatori stanno ricostruendo i movimenti finanziari all'estero per cui probabilmente si renderanno necessarie delle rogatorie internazionali.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni