cerca

«La vita cristiana non può essere una macedonia»

ROMA Non si può essere cristiani a giorni alterni o seguendo un comandamento sì e l'altro no. «La salvezza - ha spiegato Papa Francesco nell'omelia di ieri alla Domus Santa Marta - non si può...

ROMA Non si può essere cristiani a giorni alterni o seguendo un comandamento sì e l'altro no. «La salvezza - ha spiegato Papa Francesco nell'omelia di ieri alla Domus Santa Marta - non si può negoziare un po’ di qua e un po’ di là, facendo un po’ una macedonia, diciamo: un po’ di Spirito Santo, un po’ di spirito del mondo... No - ha spiegato il Papa - dobbiamo scegliere: una cosa o l'altra. Il Signore lo dice chiaramente: non si possono servire due padroni: o si serve il Signore o si serve lo spirito del mondo. Non si possono "mischiare". Per noi cristiani - ha aggiunto - la consolazione è la presenza di Dio nel nostro cuore». Ma, ha avvertito, perché il Signore «sia nel nostro cuore, è necessario aprire la porta», è necessaria la nostra «conversione». «La salvezza - ha spiegato il Pontefice - è questo: vivere nella consolazione dello Spirito Santo, non vivere nella consolazione dello spirito del mondo». Se il nostro cuore è chiuso, ha detto ancora Francesco, è perché «abbiamo paura della salvezza». Nello stesso tempo «abbiamo bisogno, ma abbiamo paura» perché quando viene il Signore «per salvarci dobbiamo dare tutto. E comanda Lui! E di questo abbiamo paura» perché «vogliamo comandare noi». Per capire «questi nuovi comandamenti abbiamo bisogno della libertà che nasce dallo Spirito Santo, che ci salva, che ci consola e dà la vita. Possiamo oggi chiedere al Signore - ha aggiunto il Papa - la grazia di seguirlo, ma con questa libertà. Perché se noi vogliamo seguirlo con la nostra libertà umana soltanto, alla fine diventeremo ipocriti».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette

Opinioni