cerca

I due marò: bocconi amari ma andiamo avanti

Il messaggio di Latorre e Girone per il 152mo anniversario della Marimna Militare. "Trattenuti da due anni ma sempre più fieri".

I due marò: bocconi amari ma andiamo avanti

India, i due marò

"In questo lungo periodo trascorso in India, tanti bocconi amari abbiamo dovuto e stiamo ancora ingoiando, ma con dignità e fierezza continueremo ad andare avanti finché Dio forza ci darà, rispettando questo Paese e dimostrando la nostra innocenza". E' quanto scrivono in un messaggio per il 152mo anniversario della Marina Militare, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i due fucilieri del San Marco trattenuti in India con l'accusa di aver ucciso due pescatori scambiati per pirati. Latorre e Girone formulano i loro auguri al Capo di Stato maggiore della Marina, ammiraglio Giuseppe De Giorgi, "a tutti i nostri preziosi colleghe e colleghi", "al personale civile" e "a tutti i nostri fratelli della Brigata San Marco di cui sentiamo fortemente la mancanza".

"Ci conceda - proseguono i due marò - la possibilità di esprimere anche un affettuoso augurio a quelle persone che seppur non indossano le stellette rappresentano con dignità i valori del militare: le nostre famiglie". "Questo - concludono - è il secondo anno che ci vede trattenuti ingiustamente in India ma ciò non può toglierci la libertà di gioire e di sentire ancora più forte la fierezza dell'appartenenza alla Marina militare italiana, alle forze armate italiane, e l'essere italiani. Il nostro sangue è tricolore". Possa "il nostro abbraccio giungervi con la profonda gioia nel cuore per la festa della Marina ma con l'amarezza della nostra lontananza".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500