cerca

Abbattuto l’ecomostro della Scala dei Turchi

Lo scheletro di cemento armato che deturpava la spiaggia costruito nell’89 Il cantiere bloccato nel ’92 dopo una denuncia di Legambiente

Hanno preso il via stamani i lavori di demolizione dell'ecomostro realizzato nei pressi della Scala dei Turchi, la scogliera di marna bianca candidata a diventare Patrimonio dell'umanità, a Realmonte, in provincia di Agrigento. Le operazioni che dovrebbero concludersi in mattinata arrivano dopo l'ordinanza di demolizione emessa dal Comune su ingiunzione della Procura. Lo scheletro di cemento armato che deturpa la splendida spiaggia fu costruito nel 1989. Legambiente un anno dopo presentò una denuncia alla magistratura, ottenendo nel 1992 il blocco dei cantieri e il sequestro.

Per il primo lotto già realizzato, però, scattarono una serie di ricorsi e controricorsi, durati vent'anni. Nel marzo del 2011 la giustizia amministrativa ha rigettato la richiesta di sanatoria dei proprietari e nell'ottobre del 2012 i magistrati hanno ordinato l'abbattimento dell'ecomostro. Risale allo scorso novembre l'ordinanza di demolizione del Comune di Realmonte, che prevedeva un lasso temporale per avviare i lavori di 90 giorni. La società proprietaria dello scheletro di cemento armato ha deciso di non attendere la pronuncia definitiva del Tar e di procedere alla demolizione della struttura.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

L'ultima verità di Schettino: "Sulla Concordia fino all'ultimo minuto"

Occhiali scuri e cappellino, così rapinava i negozi a Roma
San Severo, spari contro le auto della polizia inviate per l'emergenza criminalità
Due valanghe sugli sciatori, tragedia in Val d'Aosta