cerca

L’assalta in strada, rischia il linciaggio

A Roma la folla inferocita blocca un marocchino mentre abusa di una minore Oggi la decisione del Gip sul fermo del romeno per lo stupro in discoteca

Assalta una ragazza e rischia il linciaggio. Ieri sera se l’è vista brutta un marocchino in zona Cinecittà, a Roma. Prima delle 21, in via Pietro Marchisio, nel parcheggio che si unisce a via Oberto, un diciassettenne nordafricano ha preso di mira una sua coetanea italiana. L’ha palpeggiata, anche nelle parti intime. L’intervento delle persone che si trovavano nello slargo ha evitato il peggio. Sono piombate addosso al minore e lo hanno bloccato avvertendo il 113: «C’è stato un tentativo di violenza sessuale». Le Volanti sono subito intervenute, allarmate soprattutto dai nervi tesi dalle gente. La situazione infatti poteva degenerare. La giovane non ha avuto bisogno di assistenza sanitaria. Se l’è cavata con un po’ di spavento. Il marocchino è stato portato al Commissariato Romanina di Domenico Condello, dov’è stato identificato e denunciato per violenza sessuale.

Per la stessa ipotesi di reato stamattina il giudice del Tribunale di Roma dovrà valutare la convalida del fermo di un romeno di 24 anni, senza fissa dimora, accusato di aver stuprato una ragazza di 21, originaria di Albano, nell’hinterland della Capitale. Il fatto sarebbe avvenuto venerdì sera nel bagno della discoteca dove i due si sono conosciuti. Ieri si è saputo che uno dei buttafuori del locale è entrato nella toilette e ha trovato lo straniero accanto alla ventunenne che vomitava: «Mi ha detto che si sentiva poco bene», ha spiegato al titolare. Venerdì costretta dal romeno - così ha detto agli investigatori - lei avrebbe bevuto alcol, fumato droga, perdendo il controllo di sé e avendo il rapporto sessuale con lo straniero dell’Est. In piena notte, uscita dalla discoteca, nei pressi della stazione Termini la ragazza è stata soccorsa da un autista dell’Atac in servizio sulla linea notturna 9. Avrebbe notato la giovane agli ultimi posti, che saltava tutte le fermate. Comportamento che lo ha insospettito. Quando si è avvicinato, lei gli ha detto di essere stata violentata. Il conducente ha chiamato l’ambulanza del 118 e il 113, che ha inviato sul posto una pattuglia del Commissariato Viminale. La giovane è stata trasportata al pronto soccorso del policlinico Umberto I. I sanitari hanno confermato il rapporto sessuale, ma non hanno trovato segni di violenza. La giovane è risultata positiva ai test antialcol e antidroga. Del romeno la ragazza aveva il numero di cellulare, lasciatogli da lui stersso che forse sperava in un secondo appuntamento. Gli investigatori allora gli hanno teso la trappola. La ragazza di Albano l’ha chiamato fissando un appuntamento a Termini per il sabato sera. Quando è arrivato è stato fermato dai poliziotti. Oggi l’udienza di convalida.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Dentro Westminster, il panico durante l'attentato di Londra

Londra, dopo l'attacco a Westminster turisti bloccati per ore sul London Eye
L'ultima verità di Francesco Schettino: "Sono rimasto sulla  Costa Concordia fino all'ultimo minuto"
Occhiali scuri e cappellino, così rapinava i negozi a Roma