cerca

Più controlli sulle attività finanziarie sospette

ROMA Nella Città del Vaticano, «negli ultimi anni è stato intensificato l'impegno per la prevenzione e il contrasto del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo, in maniera coerente al quadro...

ROMA Nella Città del Vaticano, «negli ultimi anni è stato intensificato l'impegno per la prevenzione e il contrasto del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo, in maniera coerente al quadro economico e finanziario interno e nella prospettiva di rappresentare un partner efficace a livello globale». Così il direttore dell'Aif (Autorità di informazione finanziaria), Renè Brülhart (nella foto con il portavoce vaticano padre Lombardi), nel Rapporto annuale presentato ieri. «Ciò è disceso anzitutto da un atto di coerenza ad una missione sul piano morale, affinchè l'integrità e la stabilità dell'economia e della finanza non siano semplici fini, ma mezzi per favorire il servizio della persona e dei popoli». Il Rapporto registra un aumento delle segnalazioni delle attività sospette, nel quarto trimestre del 2012. Lo scorso anno sono state 6 contro una sola del 2011. Due i rapporti trasmessi al promotore di giustizia sempre nel 2012. Incrementata la collaborazione a livello internazionale.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni