cerca

Torna dal padre il bimbo conteso nel video choc

La Cassazione aveva stabilito che il piccolo Leonardo dovesse vivere con la madre non riconoscendo la sindrome spostenuta dai giudici veneti. Ora la Corte di Brescia ribalta la sentenza.

Venezia - Cambia ancora il futuro del piccolo Leonardo, il bambino di 10 anni di Cittadella conteso fra i genitori il cui caso è diventato di pubblico dominio dopo la pubblicazione del video di quando il padre andò a prenderlo a scuola con la polizia in esecuzione di una sentenza del tribunale. Dopo che la Cassazione aveva stabilito che la sindrome alla base della sentenza della Corte d'Appello di Venezia non era scientificamente provabile e aveva rimandato il figlio a casa dalla madre, il caso è arrivato a Brescia, dove venerdì i giudici hanno deciso che la piena potestà di Leonardo torni dal padre. Per la prima volta, inoltre, il bambino andrà a vivere dal genitore, e non in una residenza protetta come nei mesi scorsi. Alla madre è stato garantito ampio diritto di visita. «Spero che ora su nostro figlio si spengano i riflettori e si riesca a imboccare una strada definitiva, nel pieno rispetto di un tempo di crescita equilibrato», ha commentato il padre.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni