cerca

Felice e alticcio al volante: sposo denunciato nel giorno più bello

Sfrecciava insieme al testimone per le vie di Caltanissetta. Intercettato dalle forze dell’ordine

Felice e alticcio al volante: sposo denunciato nel giorno più bello

SPOSI-C_WEB

Sembra una barzelletta, ma è veramente accaduto: un giovane è finito in commissariato proprio nel giorno del suo matrimonio. Felice, subito dopo le nozze, un ventottenne per festeggiare si è messo al volante della sua auto con a fianco l’amico più caro: il testimone di nozze.

Poi, a tutta velocità, ha iniziato a sfrecciare per le strade di Niscemi (Caltanissetta). Ovviamente, in un centro non grande, non poteva non incappare nella polizia, che ha fermato la sua Fiat «Punto», contestandogli l’infrazione ai limiti di velocità.

A questo punto la storia poteva finire con il pagamento della multa o, forse, anche solo con un richiamo verbale. Ma non è andata così.

Il novello sposo, che è apparso alticcio, ha reagito offendendo gli agenti e sostenendo, spalleggiato dal testimone, di essere un mafioso. Gli agenti, ovviamente, non si sono fatti intimidire. Così il giovane «padrino» è finito in commissariato, qui lo sposo ha peggiorato la situazione, iniziando a simulare dei malori.

E la povera sposa? Si è dovuta andare a riprendere il fresco consorte prima che combinasse ulteriori guai. La moglie lo ha raggiunto, lo ha pregato di smetterla e di comportarsi da uomo. Lo sposino se ne è potuto andare, però è scattata la denuncia per resistenza, minacce, oltraggio a pubblico ufficiale e guida in stato d’ebbrezza. E doveva essere il «giorno più bello».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni