cerca

Papa Francesco celebra la messa per le confraternite

Il Pontefice: «Nei secoli siete state le fucine di santità di tanta gente che ha vissuto con semplicità un rapporto intenso con il Signore». Il Papa ha poi rivolto un saluto ai bambini vittime degli abusi: "Ogni persona umana, specialmente i bambini, che sono tra le categorie più vulnerabili, sia sempre difesa e tutelata"

Papa Francesco celebra la messa per le confraternite

PAPA-C_WEB

Papa Francesco celebra oggi, sul sagrato della Basilica vaticana, la messa per i membri delle Confraternite di tutto il mondo, giunti a Roma in occasione della Giornata delle Confraternite e della Pietà popolare nell'ambito dell'Anno della fede. Lungo tutto il Colonnato del Bernini sono posti i crocifissi e gli stendardi delle diverse Confraternite, mentre l'immagine della Madonna di Quintiliolo, portata da Tivoli, è sul sagrato, accanto all'altare. Prima della celebrazione eucaristica, monsignor Salvatore Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della Nuova evangelizzazione, rivolge al Papa un saluto. «Nei secoli le Confraternite sono state fucine di santità di tanta gente che ha vissuto con semplicità un rapporto intenso con il Signore. Camminate con decisione verso la santità; non accontentatevi di una vita cristiana mediocre, ma la vostra appartenenza sia di stimolo, anzitutto per voi, ad amare di più Gesù Cristo». Lo ha detto Papa Francesco. E ancora: «Vi saluto tutti con affetto, in particolare le Confraternite venute da varie parti del mondo. Grazie per la vostra presenza e la vostra testimonianza», ha detto il Pontefice iniziando la celebrazione. «Questo è la Chiesa, a una ricchezza e una varietà, una espressione che riconduce all'unità». «Care Confraternite, la pietà popolare, di cui voi siete un'importante manifestazione, è un tesoro per la Chiesa», continuato Papa Francesco. «La pietà popolare è una strada che porta all'essenziale se è vissuta nella Chiesa in profonda comunione con i vostri Pastori. Cari fratelli e sorelle, la Chiesa vi vuole bene. Nelle parrocchie, nelle diocesi, siate un vero polmone di fede e di vita cristiana. Siate sempre attenti alla carità. Ogni cristiano e ogni comunità è missionaria nella misura in cui porta e vive il Vangelo e testimonia l'amore di Dio verso tutti, specialmente verso chi si trova in difficoltà. Siate missionari dell'amore e della tenerezza di Dio, della Misericordia di Dio che sempre ci perdona, sempre ci aspetta e ci ama tanto», ha proseguito il Pontefice da piazza San Pietro. La Giornata dei bambini vittime della violenza «mi offre l'occasione per rivolgere il mio pensiero a quanti hanno sofferto e soffrono a causa di abusi. Vorrei assicurare loro che sono presenti nella mia preghiera, ma vorrei anche dire con forza che tutti dobbiamo impegnarci con chiarezza e coraggio affinchè ogni persona umana, specialmente i bambini, che sono tra le categorie più vulnerabili, sia sempre difesa e tutelata». Lo ha detto Papa Francesco al termine della Santa Messa inviando un «saluto speciale» all'Associazione Meter, impegnata nella lotta alla pedofilia. Il Papa ha rivolto opoi un incoraggiamento «anche i malati di ipertensione polmonare e i loro familiari».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

"Lei è la sindaca?" La Merkel snobba Virginia Raggi

De Luca ci ricasca e chiama "chiattona" la consigliera M5s Valeria Ciarambino
Dentro Westminster, il panico durante l'attentato di Londra
Londra, dopo l'attacco a Westminster turisti bloccati per ore sul London Eye