cerca

«Un agguato utile al governo Letta» Scoppia la bufera

«Questo attentato è stato utile a un certo tipo di azione politica: dare al governo Letta una maggioranza solida. E cercando di far passare per scontata anche la ricomposizione almeno sulla carta del...

«Questo attentato è stato utile a un certo tipo di azione politica: dare al governo Letta una maggioranza solida. E cercando di far passare per scontata anche la ricomposizione almeno sulla carta del Pd». Le affermazioni di Paolo Becchi, ideologo di riferimento del Movimento 5 Stelle, hanno sollevato un autentico polverone. Quei 101 parlamentari che avevano impallinato Romano Prodi ora dove sono? Dopo la sparatoria si sono ricompattati. È un dato di fatto, è oggettivo».

Numerose le reazioni. Rttore Rosato (Pd): «Siamo alla follia. Sconcertante vedere a che punto può arrivare l’assurdità a cui si lascia andare Becchi presentato addirittura come ideologo del Movimento 5 Stelle».

Maurizio Gasparri (Pdl): «Una provocazione. È sconcertante». Marco Minniti (Pd): «L’idea di utilizzare ai fini di battaglia politica avvenimenti drammatici come la sparatoria a Palazzo Chigi è assolutamente intollerabile». I grillini si dissociano: «Becchi non è il nostro ideologo». E lui si giustifica: «Vittima di una trappola. Mai più in tv».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni