martedì 21 ottobre 2014
.
Sfogliatore
ACQUISTA EDIZIONE
LEGGI L’EDIZIONE
28/04/2013 12:11

Sparatoria palazzo Chigi: 2 Carabinieri feriti. Lesioni alla colonna vertebrale per Giangrande

Arrestato l’attentatore: Luigi Preiti, 49 anni, originario di Rosarno (RC). Il brigadiere Giuseppe Giangrande ha lesioni alla colonna vertebrale cervicale,il carabiniere scelto Francesco Negri ha la gamba destra fratturata. Ferita anche una donna incinta

SPARATORIA_263676_123534

Sono sei i colpi sparati questa mattina da Luigi Preiti, l'attentatore che, mentre il presidente del Consiglio Enrico Letta e i suoi ministri giuravano nel salone delle feste del Quirinale, ha colpito due carabinieri davanti a Palazzo Chigi. Secondo chi ha assistito alla scena l'uomo ha sparato all'improvviso con una calibro 22. Non ci sarebbero state né urla né minacce. Preiti sarebbe partito da via del Corso passando davanti a Palazzo Chigi e, arrivato all'altezza di via dell'Impresa, si sarebbe girato e sparando ai due carabinieri che erano in servizio in attesa dell'arrivo dei ministri. Subiro dopo aver sparato i primi colpi è stato placcato dai carabinieri in servizio e dai poliziotti. E nella colluttazione avrebbe riportato ferite alla testa. Sul posto è arrivato subito Gianni De Gennaro. La sparatoria è avvenuta a 5 metri di distanza da dove si era verificato l'attentato a Palmiro Togliatti.

I feriti sono il brigadiere Giuseppe Giangrande, 50 anni, colpito al collo e  ricoverato in condizioni più gravi all'Umberto I, e il carabiniere scelto Francesco Negri, 30 anni, ferito ad una gamba e ricoverato al San Giovanni Addolorata.Giangrande ha lesioni alla colonna vertebrale cervicale Nello stresso ospedale si trova anche una donna incinta colpita da un proiettile di rimbalzo mentre si trovava con il marito e il figlio. Tutti sembrano non essere in pericolo di vita.

Preiti, 49 anni, originario di Rosarno in provincia di Reggio Calabria, dopo aver trascorso una ventina d'anni ad Alessandria, era tornato in Calabria da un paio d'anni subito dopo la separazione della moglie.  A quanto si apprende era a Roma da ieri e ha trascorso la notte in hotel. È ovviamente accusato di tentato omicidio, porto e detenzione di armi. Il pubblico ministero di Roma Antonella Nespola ha già chiesto al gip la convalida del fermo. Nel frattempo sono stati disposti accertamenti per definire il profilo dell’attentatore. Non è escluso che nelle prossime ore venga disposta una perquisizione nell’abitazione piemontese dell’uomo. Su di lui non è aperto nessun fascicolo precedente.

 

Guarda le foto della sparatoria

http://www.iltempo.it/multimedia/spari-davanti-a-palazzo-chigi-1.1133487

 

Guarda il video

http://www.iltempo.it/multimedia/sparatoria-davanti-palazzo-chigi-1.1133511

Francesco Puglisi






consenso al trattamento dei dati
I commenti inviati vengono pubblicati solo dopo esser stati approvati dalla redazione






Invia una copia anche al tuo indirizzo di posta
Se il codice risultasse illeggibile CLICCA QUI per generarne un altro

 

Copyright 2001 Quotidiano IL Tempo srl tutti i diritti riservati - Gerenza - Pubblicità