cerca

La giunta di Cortina difende il sindaco

CORTINA La giunta comunale di Cortina D'Ampezzo va avanti nonostante l'arresto del sindaco Andrea Franceschi, ai domiciliari dopo un'indagine della Gdf. «Siamo sicuri di aver sempre operato nel pieno...

CORTINA La giunta comunale di Cortina D'Ampezzo va avanti nonostante l'arresto del sindaco Andrea Franceschi, ai domiciliari dopo un'indagine della Gdf. «Siamo sicuri di aver sempre operato nel pieno rispetto della legge e della trasparenza, e confidiamo vengano revocati al più presto i domiciliari a Franceschi» ha detto il vice sindaco Enrico Pompanin presentandosi in sala consiliare alla testa di tutti gli assessori e consiglieri di maggioranza compatti. «La Giunta e la maggioranza in Consiglio comunale sono formate da artigiani, lavoratori, professionisti. Persone per bene che hanno lavorato con impegno e completa onestà per migliorare - con successo - i servizi sul nostro territorio. Continueremo ad andare avanti, perché sappiamo di essere nel giusto e lo sosteniamo a viso aperto. Se abbiamo chiesto che l'appalto sulla raccolta dei rifiuti venisse modificato, ciò è avvenuto non per pilotarne l'assegnazione - come alcuni assessori sono accusati di aver fatto - ma, al contrario, per permettere ad un numero maggiore di partecipanti di concorrere onestamente per aggiudicarselo. Questa è la nostra verità e la Giunta e i consiglieri la sostengono mettendoci pubblicamente la faccia con l'orgoglio e il coraggio di chi sa di aver operato bene e nell'interesse della Comunità». Franceschi è accusato di abuso d'ufficio, turbativa d'asta e violenza privata. Secondo la Finanza, «in concorso con un assessore e con il titolare di una società, poi aggiudicataria della gara, ha turbato la gara d’appalto per il servizio di raccolta dei rifiuti.

Z

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

De Luca ci ricasca e chiama "chiattona" la consigliera grillina

Dentro Westminster, il panico durante l'attentato di Londra
Londra, dopo l'attacco a Westminster turisti bloccati per ore sul London Eye
L'ultima verità di Francesco Schettino: "Sono rimasto sulla  Costa Concordia fino all'ultimo minuto"