cerca

La musica si scopre bolognese

A Giugno riparte nella Fiera della città emiliana il Music Italy Show Dagli strumenti ai concerti dal vivo. Sarà una non stop di 66 ore

Non sempre una fiera è solo il simbolo del successo economico e degli affari. Non sempre i padiglioni, alti ed imponenti, sono solo il luogo di contratti, trattative ed interessi tutt’altro che romantici. A volte, grazie al coraggio, questi spazi possono diventare il palcoscenico del sapere e delle emozioni. È il caso di Bologna Fiere, l’ente fieristico che sta dimostrando, sotto la guida di Duccio Campagnoli, di potere essere un vero e proprio motore, pratico ed ideale, dell’Italia che esce dalla crisi. L’occasione è il Music Italy Show che dal 14 al 16 giugno invaderà con prepotenza la città di Lucio Dalla.

Si tratta del primo maxi-weekend della musica in Europa, proponendo in contemporanea due appuntamenti unici che riportano Bologna, «città creativa della musica», al centro del panorama musicale di tutt’Europa. Così dal 14 al 16 giugno Music Italy Show e The JamBo offriranno 66 ore ad alto tasso musicale, 3 giorni praticamente non stop di cultura, sport, divertimento e entertainment.

Si inizia venerdì, dalle 10.00 alle 20.00 (stesso orario anche sabato e domenica). Sarà un’area espositiva che porterà in fiera la rappresentazione dell’intero mondo musicale: dagli strumenti agli artisti, dai produttori ai rivenditori ai tecnici, dalla discografia all’editoria, le scuole, le istituzioni con la partecipazione di importanti personaggi del calibro di Gianni Morandi, Charlie Rapino, Maurizio Coruzzi meglio conosciuto come Platinette e molti altri ancora.

Prima che il sole tramonti sul Music Italy Show, The JamBo va in scena, con inizio alle 15.00 e termine alle 3 del mattino (anche in questo caso l’orario rimane invariato per tutti i giorni dell’evento) richiamando un pubblico di giovani e giovanissimi, ma anche meno giovani purché uniti dalla passione per il Freestyle. Alla presentazione dell’evento era stato proprio Gianni Morandi grande esponente della musica italiana e di origine Bolognesi a sopiegare il senso di questo evento: «Cosa sarebbe il mondo senza musica, con quest’appuntamento vogliamo portare a vantaggio dei giovani il mondo musicale a Bologna». Per Duccio Campagnoli, Presidente di Bologna Fiere, non ci sono dubbi: «Abbiamo una grande squadra e sono certo che andremo sicuramente lontano, il nostro obiettivo è quello di tornare a fare di Bologna la capitale della gioventù creativa italiana partendo proprio dalla musica. Vogliamo avvicinare i ragazzi che vivono e hanno scelto Bologna per l’Università o per la propria vita e per la propria carriera, al loro sogno artistico, i nostri giovani potranno entrare nel mondo della musica imparando sulle spalle dei giganti che sono qui con me in questa avventura e contribuiranno a rendere questo di Music Italy show un appuntamento unico. Tra l’altro la concomitanza con JAMBO il festival di free style e dj set che si svolgerà contemporaneamente a Music Italy show nell’area esterna della fiera, e che porterà a Bologna i migliori atleti di free style e dj internazionali, trasformerà il week end dal 14 al 16 giugno in un lungo fine settimana di divertimento e cultura per i giovani di tutta Italia». Le tre giornate saranno tutte animate da un fitto programma. I contenuti e gli spazi della manifestazione saranno organizzati in tre macro aree: «Listen», dove sarà possibile ascoltare musica, scoprire la sua storia e vivere i racconti dei protagonisti con i retroscena meno noti; «Play», dove invece ci si potrà cimentare nella prova di strumenti e avere l’opportunità di confrontarsi con i migliori musicisti del mondo. E infine, «Buy», un’area outlet dove poter comprare gli strumenti musicali.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni