cerca

Amanda Knox racconta l’«inferno» in carcere

Il Daily Mail anticipa alcuni passi dell’autobiografia della studentessa americana coinvolta nell’omicidio di Meredith Kercher. Il libro sarà pubblicato nelle prossime settimane

Amanda Knox racconta l’«inferno» in carcere

MEREDITH-C_WEB

La storia di Amanda Knox sta per arrivare in libreria nel racconto diretto della studentessa americana coinvolta nell’omicidio di Meredith Kercher. Una compagna di cella che le chiese a più riprese una relazione omosessuale; il «verdetto», poi rivelatosi falso, di avere l'Hiv; le «avance» sessuali di uno dei secondini: sono alcuni dei particolari descritti in «Waiting To be Heard», il racconto dei quattro anni in Italia della 25enne di Seattle, oggi studentessa alla Washington University. Harper Collins ha vinto la guerra per i diritti con un'offerta da 2,6 milioni di dollari e lo manderà sugli scaffali tra un paio di settimane. Ma intanto, in attesa del nuovo processo di appello, questa volta dinanzi alla Corte d'Assise di Firenze (e non più a Perugia), il Dail Mail ha pubblicato un’anticipazione dell'autobiografia centrata proprio su quello che viene definito l’«inferno» nella prigione italiana. Le presunte molestie sessuali da parte di uno dei secondini più anziani, oggi in pensione e che peraltro ha sempre smentito ogni accusa, vengono raccontate con dovizia di particolari. «In un biglietto scritto a un amico, Amanda raccontava che "l'uomo la accompagnava in quasi tutte le visite mediche, due volte al giorno; e di notte mi chiamava fino al terzo piano in un ufficio vuoto per fare chiacchiere. Era fissato sul tema del sesso: con chi l'avevo fatto, quanto mi fosse piaciuto... se mi sarebbe piaciuto farlo con lui. Ero così sorpresa e scandalizzata dalle sue provocazioni che a volte pensavo che non capissi cosa mi dicesse. Quando capii che voleva parlare di sesso, tentai di cambiare argomento». Amanda vive da tempo negli Usa e quando, il mese scorso, la Corte di Cassazione ha deciso di affidare a un nuovo processo il caso, ha ripetuto che le accuse nei suoi confronti sono «completamente ingiuste e infondate».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500