cerca

Dipendenti comunali assenteisti arrestati dalla Finanza

In 17 dietro alle sbarre a Reggio Calabria. Denunciati altri 78 lavoratori del Comune

Dipendenti comunali assenteisti arrestati dalla Finanza

REGGIO-C_WEB

Diciassette dipendenti del Comune di Reggio Calabria sono stati arrestati dalla Guardia di Finanza nell'ambito di un'operazione contro l'assenteismo. I 17 impiegati comunali arrestati, secondo l'accusa, in più occasioni e in concorso tra loro, si sarebbero resi responsabili del reato di truffa ai danni del Comune di Reggio Calabria. Altri 78 dipendenti sono stati denunciati per lo stesso reato. Di questi, 42 saranno interrogati dal gip per l'eventuale applicazione della misura cautelare personale interdittiva della sospensione dai pubblici uffici. I dipendenti riuscivano ad assentarsi indisturbati anche per diverse ore al giorno dal luogo di lavoro. Alcuni impiegati, sempre secondo l'accusa, non facevano neppure ingresso al Comune, sebbene figurassero regolarmente in servizio. Ancora, dalle indagini è emerso che alcuni dipendenti si erano organizzati in gruppi e sottogruppi e attestavano falsamente la propria presenza sul posto di lavoro facendosi timbrare o timbrando per altri i rispettivi badge personali, eludendo così il controllo elettronico del lettore installato nell'atrio di Palazzo San Giorgio, sede dell'ente. Su un orario giornaliero previsto di 6 ore di servizio, ciascun dipendente riusciva ad assentarsi anche diverse ore al giorno. E molti impiegati, è emerso ancora dall'indagine, giungevano in ufficio la mattina con oltre 2 o 3 ore di ritardo senza neanche dover timbrare: un collega lo aveva fatto già per loro. Ovviamente più tardi i "ritardatari" ricambiavano il favore all'uscita. Così diversi impiegati potevano lasciare senza giustificato motivo l'ufficio con largo anticipo senza timbrare il badge.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni