cerca

Finite le feste comincia la dieta

Con un programma di coppia i chili di troppo si perdono prima

Finite le feste comincia la dieta

B__WEB

Anche quest’anno, l’uovo di Pasqua ci ha regalato la sorpresa più inaspettata: 1-2 chili in più in pochi giorni.

Colpa del menu: una porzione di costolette di agnello fornisce da sola tra le 200 e le 300 chilocalorie, una fetta di colomba almeno 400, idem una porzione di pizza al formaggio, sempre meno di un pezzo di pastiera napoletana capace di apportare fino a 600 chilocalorie, tante quante 100 grammi di cioccolato al latte. Per non parlare delle bevande tracannate. Davanti all’inutilità di salire sulla bilancia, appare molto evidente il motivo che spinge un italiano su due ad aver già dichiarato di volersi mettere a dieta.

Dopo la maratona culinaria, le gonne tirano sui fianchi, il bottone dei pantaloni stringe come non mai e la cinta sembra voler scoppiare da un momento all’altro. Inutile mentire: abbiamo guadagnato una taglia. Ci sentiamo appesantiti. Sul viso è comparso perfino qualche brufoletto. Non ci resta che rimetterci in forma. C’è chi sceglie di mangiare solo frutta per una intera giornata. Chi punta sul carattere e sui 140 di twitter che, secondo dei ricercatori della University of Carolina, per perdere peso è meglio circondarsi di amici e sentirsi parte di un gruppo solidale. Qualcuno preferisce affidarsi a passeggiate, corse ed esercizi di ginnastica all’aria aperta. Ma il modo migliore per dimagrire correttamente pare sia consumare poco di tutto per qualche settimana. Parola dell’esperto: «Bisogna controllare l'emotività che, in alcuni casi, apre lo stomaco e in altri lo chiude», dice Giuseppe Pensieri, osteopata membro della Federazione Europea degli Osteopata (FEO) a Roma. Come ? «Bevendo due bicchieri d’acqua, liscia, prima di ogni pasto». La conferma arriva anche da uno studio del Virginia Tech di Boston.

«L’acqua fa sentire sazi. Se noi beviamo prima della colazione, ad esempio, abbiamo già una lieve dilatazione gastrica, che completiamo mangiando latte e fette biscottate. Stesso accade a pranzo, a cena e quando facciamo merenda. La corretta idratazione riduce l’appetito grazie a una illusione che fa scambiare il senso di sete con quello di fame. Solo che, schiacciando l’interruttore sull’alimentazione anziché sull’idratazione, ci riempiamo la pancia sicuri che il gorgoglìo era un modo del corpo per chiederci carburante, invece sarebbe bastato dissetarci per rispondere davvero alla richiesta fisiologica», conclude Pensieri. Discorso che nella sostanza trova conferma nella ricerca americana condotta su un campione di 48 adulti in sovrappeso, tra i 55 e i 75 anni. Per circa tre mesi i soggetti hanno seguito una dieta ipocalorica. A metà del campione è stato suggerito di bere due bicchieri d’acqua prima dei tre pasti principali. Allo scadere del test, chi aveva bevuto acqua prima dei pasti era calato di 7 chili a testa, due in più di coloro che non l’avevano bevuta. Preferite una dieta-lampo della durata di un giorno? » un rimedio drastico.

«Ma perfetto per purificarsi un po’ dai due giorni di stravizi precedenti», dice il dietologo Pietro Antonio Migliaccio. Il regime alimentare del minidigiuno è semplice: basta mangiare solo 700 grammi di frutta, meglio se scaglionata negli orari dei pasti «comandati». Chi il giorno immediatamente successivo ai bagordi mangerecci non riesce proprio a essere così radicale, lo faccia in coppia. Mettersi a dieta col partner fa perdere più peso che se soli. Ma lui dimagrisce di più. «Il partner rappresenta la chiave per dimagrimenti efficaci, specialmente se devono calare entrambi di peso», spiega Megan Lewis, direttrice della ricerca condotta su 1.753 soggetti a dieta, di cui circa 400 coppie. «Dopo sei mesi le coppie hanno ottenuto un 5,32% di chili in meno e a distanza di un anno ancora il 5,34% a dimostrare come in due si prosegue meglio nel programma di restrizione calorica mentre generalmente chi fa la dieta da solo accusa più fatica a proseguire».

Sottolinea Lewis: «Nelle coppie a dieta sono migliorati anche la pressione del sangue e lo stile di vita perché hanno modificato le scelte alimentari consumando più verdure, meno proteine ad alto contenuto di grassi e andando meno al fast-food. Le coppie hanno anche svolto più attività fisica rispetto ai single».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni