cerca

Processo Scazzi: i togati si astengono

Colpo di scena nel processo per l'omicidio della quindicenne di Avetrana dopo il dialogo "fuori onda" captato tra il presidente della Corte d'Assise e il giudice a latere

Processo Scazzi: i togati si astengono

B__WEB

Il presidente della Corte di Assise del Tribunale di Taranto, Rina Trunfio, e il giudice a latere Fulvia Misserì, hanno dichiarato di astenersi dal proseguire la trattazione del processo per l'omicidio di Sarah Scazzi, dopo la trasmissione del fuori onda captato prima dell'udienza del 19 marzo scorso di un colloquio tra i due giudici togati. Il riferimento è alle parole captate prima che parlasse l'avvocato Franco De Jaco, difensore di Cosima Serrano, madre di Sabrina Misseri, entrambe imputate di concorso in omidicio volontario, sequestro di persona ed occultamento di cadavere (l'accusa ha chiesto la condanna all'ergastolo per entrambe). Le frasi non sono «espressive di un parere e di un convincimento sull'oggetto delle imputazioni» hanno detto gli stessi due giudici togati, accogliendo tuttavia l'invito ad astenersi dal continuare il processo avanzato nell'udienza di ieri dagli avvocati Franco Coppi e Franco De Jaco. Intanto l'udienza è stata rinviata a domani. «È un atto di grande civiltà di questi giudici, che non meritavano un colpo di coda infondato. Vogliono dimostrare neutralità loro giudizio». Così si è espresso Nicodemo Gentile, uno dei legali della famiglia Scazzi. «Il contenuto del fuori onda è regolare, non c'è nessuna anticipazione ma loro convincimenti - ha proseguito - si sta cercando di avvelenare il clima alla vigilia della sentenza di un processo che è stato condotto in modo esemplare».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Strage Manchester, il momento dell'esplosione. I video amatoriali

Manchester, strage al concerto di Ariana Grande
Bayern in festa, Ancelotti intona "I migliori anni della nostra vita"
Ratajkowski e Bella Hadid, il balletto lesbo fa impazzire il web