cerca

«La sicurezza prima di tutto»

L’architetto De Iorio spiega come nasce una nave. «Deve essere sobria ma elegante e i materiali usati debbono essere di qualità»

«La sicurezza prima di tutto»

Le vedi dalle banchine bellissime, sfavillanti, maestose. Sono i nuovi hotel galleggianti cinque stelle lusso che solcano i mari di tutto il mondo. Ma cosa c’è dietro una grande nave da crociera? «C’è un lavoro enorme alle spalle, fatto di anni di studio, di ricerche - spiega Marco De Iorio, l’architetto-papà della nuova Msc Preziosa, titolare della De Iorio Design di Genova - Un lavoro dove nulla deve essere lasciato al caso».

Qual è la cosa più importante?

«Non c’è dubbio la sicurezza - aggiunge - che è fondamentale, cui vanno aggiunti degli standard di qualità adeguati al tipo di nave che si vuole fare. Una nave godibile, deve essere sobria ma al tempo stesso elegante nei toni. Deve essere luminosa e bisogna essere bravi ad adattare gli ambienti. Sulla Preziosa abbiamo apportato piccole ma fondamentali modifiche rispetto alle precedenti ammiraglie».

Quali?

«La nave crea emozioni e ogni angolo deve essere studiato per il ruolo che deve rivestire. Msc ad esempio ha sempre puntato su materiali di qualità. È vero che c’è la crisi, ma spendere meno significa dover intervenire più spesso. I materiali sono importanti. Cominciamo dalle luci. Abbiamo puntato sui led di ultima generazione che durano di più e si avvicinano alla luce naturale. Deve essere minimale il distacco tra esterno e interno. Poi abbiamo pensato molto alle famiglie. Su questa nave abbiamo dedicato la bellezza di mille metri al parco giochi per bambini, creato nuovi spazi per i negozi. A bordo vantiamo 720 mq di spazi dove sono stati ubicati dieci negozi che non sono riscontrabili da nessuna altra parte perché lo shopping è aggregazione. Magari non si acquista ma si socializza. Abbiamo realizzato uno scivolo di 130 metri, ma visto su una nave da crociera».

E le altre novità?

«Tutti gli ambienti richiamano colori vivi. I bar con le vele alle pareti, colori caldi e omogenei, a terra marmi pregiati alternati, in determinati ambienti, con moquettes. Abbiamo creato spazi più intimi, accoglienti. Conchiglie in resina argentate fanno bella mostra nei salotti, che debbono essere accoglienti, come a casa propria, tutto impreziosito da elementi che si intonano con lo stile della nave. Alle pareti i grandi paesaggi archeologici. Tutti gli spazi vivibili della nave, unificati dal valore intrinseco e artistico che li caratterizza formalmente, evidenziano la perfetta armonia raggiunta nel lunguaggio e nel design, prevalentemente contemporaneo ed elegante degli interni delle naviMsc, tale da offrire in ognuna di esse l’espressione tangibile di un vero e proprio marchio di qualità».

E per il futuro cosa dobbiamo aspettarci?

«È allo studio il prototipo della nuova ammiraglia. Come ha spiegato l’ad Pierfrancesco Vago, sarà una nave più corta ma altempo stesso più larga e magari con qualche ponte in più dove dovremo lavorare su nuovi spazi acqua, piscine. Quello che conta è e rimane la sicurezza che aggiunta agli standard di qualità voluti dalla Compagnie, fanno di queste navi autentici gioielli».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500