cerca

Avallone (come l’asso) piglia tutto Sarà capolista alla Camera e al Senato

Avallone (come l’asso) piglia tutto Sarà capolista alla Camera e al Senato

A-_WEB

ZCZC ADN0247 6 POL 0 ADN POL NA|

ELEZIONI: DI PIETRO, NOI MOGLIE CON MATTARELLO MA PD PREFERISCE DONNINA = DESISTENZA È COME FARE FIGLI SENZA ANDARE A LETTO CON CONSORTE

Roma, 18 gen. (Adnkronos) - «Il Pd non ha voluto fare l'alleanza» con la lista 'Rivoluzione Civilè «perchè lo sanno tutti che è meglio la donnina che si offre al miglior offerente, tipo il Centro, che la moglie con mattarello come noi». Per Antonio Di Pietro, ospite di 'Adnkronos Confrontì, la desistenza, ovvero la possibilità per Rivoluzione Civile di non presentare candidati al Senato nelle Regioni in bilico per evitare di sottrarre voti al Pd, equivale a «fare i figli ma senza andare a letto con la moglie, è un ragionamento alla Ponzio Pilato».

A Bersani Di Pietro chiede di fare «scelte di campo. Perchè non dici, caro Pier Luigi, con chi farai l'alleanza all'indomani delle elezioni? - chiede - Perchè se ti allei con Monti, io che faccio? Faccio la desistenza con il nemico?». Agli italiani il leader dell'Idv, candidato alle politiche con la lista capitanata da Antonio Ingroia, raccomanda di fare «attenzione alla truffa».

(Ile/Opr/Adnkronos) 18-GEN-13 11:41

NNN ZCZC ADN0237 6 POL 0 ADN POL NA|

PD: 'EUROPÀ, BERSANI GIRERÀ SPOT CON REGISTA DI 'BENVENUTI AL SUD' =

Roma, 18 gen. (Adnkronos) - Pierluigi Bersani, per questa campagna elettorale, ha in mente «una mossa in controtendenza: i democratici usciranno alla fine del mese con il loro bravo spot». Lo annuncia 'Europà, in un editoriale in prima pagina firmato dal vice direttore Filippo Sensi.

Si tratta di «un video girato dal regista di 'Benvenuti al Sud' Luca Miniero, le riprese cominceranno nei prossimi giorni, che vedremo riproposto in tutte le salse nei cinema, sulla rete, nelle Tv locali, si legge ancora sul quotidiano.

(Pol-Gmg/Zn/Adnkronos) 18-GEN-13 11:36

NNN ZCZC IPN 071 POL --/T PD: LATORRE «CON MONTI CONFRONTO IN PARLAMENTO MA NO ACCORDO DEFINITO» ROMA (ITALPRESS) - «Dire che c'è un'intesa tra Bersani e Monti è una forzatura: non esiste un accordo definito. Ci si confronterà in Parlamento dopo le elezioni a condizione che il centro dialoghi con tutta la coalizione di centrosinistra». Così Nicola Latorre, vicepresidente del Gruppo Pd al Senato, in un'intervista al Corriere della Sera. «Naturalmente il confronto potrà produrre effetti positivi in un quadro di certezza politica sia alla Camera e sia al Senato. Noi e Monti - continua Latorre - diventeremo poi alternativi quando sarà superata la destra populista antieuropea di Berlusconi, perchè abbiamo un'interpretazione differente del rigore, per esempio. Noi, pur credendo che ci sia ancora margine per ridurre gli sprechi, diamo priorità a una politica fiscale che supporti la crescita e lo sviluppo, a interventi di giustizia sociale, a misure più drastiche sui grandi patrimoni. Il centro insiste sull'austerità e meno sul sostegno alle fasce deboli. È una questione di priorità differenti». (ITALPRESS). sat/com 18-Gen-13 10:37 NNN BERSANI: CON MONTI NESSUN ACCORDO MA DISCUSSIONE CIVILE (IL SOLE 24 ORE RADIOCOR) - ROMA, 18 GEN - «NON SO PERCHÈ SI SCRIVANO QUESTE COSE. C'È UNA CIVILTÀ DI DISCUSSIONE E CI SONO IN CORSO SCELTE DI Governo, sul mali, sui bilanci europei e sulle scelte dei prefetti. Poi sulla civiltà politica ognuno ha le sue posizioni e io e monti, lui è critico rispetto al dibattito attuale e anch'io». Così il leader del pd, pier luigi bersani, a radio 24 rispondendo ad una domanda su un accordo politico con mario monti. Cel ZCZC IPN 047 POL --/T FISCO: BERSANI «NO A PATRIMONIALE, SERVE TRACCIABILITÀ» ROMA (ITALPRESS) - «Io non credo a una patrimoniale, in Italia c'è già e si chiama Imu. Serve più tracciabilità per una maggiore fedeltà fiscale, non voglio fare Robespierre o Saint-Just, ma l'Italia deve gradualmente allinearsi all'Europa su questo punto». Lo ha detto il leader del Pd Pier Luigi Bersani, ospite di «Nove in punto», su Radio 24. (ITALPRESS). sat/red 18-Gen-13 10:02 NNN ZCZC ADN0144 6 POL 0 ADN POL NAZ RS|

ELEZIONI: PORCU (PD), SU LISTE SARDEGNA RISULTATO INSODDISFACENTE =

Cagliari, 18 gen. - (Adnkronos) - «Sulle liste della Sardegna il risultato è insoddisfacente, ma le responsabilità non stanno solo a Roma». È il commento di Chicco Porcu sulla conclusione della trattativa tra la Segreteria regionale del Pd e la Commissione nazionale che ieri sera ha dato il definitivo via libera alle liste per la Camera senza le modifiche «richieste a gran voce dai militanti e dai dirigenti del partito».

Per il consigliere regionale del Pd «che il regolamento lasciasse eccessiva mano libera ai vertici nazionali non lo scopriamo oggi, la battaglia andava fatta prima delle primarie e non dopo, nel pieno della campagna elettorale».«Prendo atto degli impegni del Segretario Bersani e non potrò che sostenere attivamente il Pd in questa campagna elettorale e ritiro l'autosospensione, inutilmente, offerta al Segretario Lai per dargli più forza nella trattativa» continua Porcu.

«Da oggi fino al 24 febbraio ci occuperemo dell'Italia, ma dopo le politiche servono uomini con il cuore e la testa in Sardegna - conclude - che con saggezza sappiano unire il partito e trasformare i proclami in azioni concrete utili alla Sardegna».

(Coe/Opr/Adnkronos) 18-GEN-13 10:00

NNN

ZCZC IPN 042 POL --/T BERSANI «ERAVAMO SU ORLO GRECIA, NON MI PENTO DEL SOSTEGNO A MONTI» ROMA (ITALPRESS) - «In quei mesi eravamo veramente sull'orlo della Grecia. Non ce la siamo sentita di aprire uno scenario elettorale, ma che avrebbe portato il Paese al disastro. Quella scelta ci ha portato dei problemi, ma non me ne pento affatto». Così il leader del Pd Pier Luigi Bersani, ospite di «Nove in punto», su Radio24, torna sulle condizioni che portarono alla nascita del Governo Monti. (ITALPRESS). sat/red 18-Gen-13 09:54 NNN ZCZC ADN0127 3 POL 0 ADN POL NAZ RS|

ELEZIONI: SEGRETARIO PD SARDEGNA TORNA DA ROMA A MANI VUOTE, LISTE INVARIATE =

Cagliari, 18 gen. - (Adnkronos) - È tornato in Sardegna dopo una missione di qualche giorno al Nazareno con un nulla di fatto in mano, il segretario del Pd sardo Silvio Lai, che era volato a Roma con un mandato «forte» della direzione regionale per tentare di far modificare le liste partorite dalla commissione elettorale ritenute in conflitto con il risultato delle primarie del 30 dicembre. Restano tali e quali le liste dunque, con i 'paracadutatì in Sardegna Luigi Manconi al Senato e il socialista Lello di Gioia al quarto posto alla Camera e Francesco Sanna, perdente n

]]>

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500