venerdì 28 novembre 2014
.
Sfogliatore
ACQUISTA EDIZIONE
LEGGI L’EDIZIONE
13/11/2007 11:46

l'omicidio di perugia

Continuano le indagini
Sollecito: "Troppe canne"

Raffaele Sollecito

[...] ha riferito di essere stato nel suo pub dalle 20 alle 22. Ma dal racconto emergerebbero alcune incongruenze.Intanto per giovedì sono attese le prime determinanti risposte sugli accertamenti scientifici: riguardano un coltello sequestrato Sollecito e le sue scarpe. Oggi gli inquirenti compiranno un sopralluogo nella sua abitazione. «Cosa è successo? Non lo so, non ero in quella casa». Inizia con queste parole l'intervista riportata da 'La Stampa', 'la Repubblica' e 'Il Messaggero', che Raffaele Sollecito ha rilasciato, attraverso i suoi avvocati, dal carcere perugino di Capanne, dove è rinchiuso con l'accusa di concorso in omicidio volontario e violenza carnale, per la morte della studentessa inglese Meredith Kercher.
«Non voglio più vedere Amanda, se sono qui è soprattutto colpa sua - ha continuato Raffaele, fidanzato di Amanda Knox, la ragazza americana che condivideva l'appartamento con Meredith - le nostre strade si sono profondamente divise. Amanda mi è piaciuta subito, l'ho conosciuta a un concerto di musica classica all'Università per Stranieri, e sin dalla prima sera lei è venuta a vivere da me». E Lumumba? «Amanda lavorava al pub di Patrick, quell'uomo non lo conoscevo bene, l'avrò visto un paio di volte. Meredith invece l'ho conosciuta quando accompagnavo Amanda a casa. Sapevo che aveva appena lasciato il fidanzato in Inghilterra e che adesso aveva un nuovo ragazzo, italiano».
«Tornassi indietro non mi farei tante canne. Mi sono intontito per giorni e giorni e adesso capisco che non avere il cervello lucido non mi ha aiutato a dimostrare la mia innocenza. Inoltre sono pentito di essere andato all'interrogatorio con il coltello in tasca Per me è un'abitudine, li colleziono. Ma la Polizia ha preso la mia ingenuità come una sfida e questo mi dispiace - ha concluso Sollecito - Adesso guardo la televisione, leggo, studio, avrei dovuto laurearmi giovedì.
Una volta fuori penserei a laurearmi.»

Redazione online






consenso al trattamento dei dati
I commenti inviati vengono pubblicati solo dopo esser stati approvati dalla redazione






Invia una copia anche al tuo indirizzo di posta
Se il codice risultasse illeggibile CLICCA QUI per generarne un altro