venerdì 28 novembre 2014
.
Sfogliatore
ACQUISTA EDIZIONE
LEGGI L’EDIZIONE
10/06/2011 18:19

Pavia nega la cittadinanza onoraria a Saviano

Roberto Saviano

Sedici voti favorevoli invece dei 24 necessari, e si scatenano le polemiche. Il consiglio comunale di Pavia ha negato la cittadinanza onoraria a Roberto Saviano. La proposta, avanzata dal Partito Democratico, è stata bocciata con gli otto voti contrari della Lega e l'astensione dei dieci consiglieri del Pdl. L'opposizione aveva votato compatta, ma erano necessari i due terzi del consiglio. E' in corso a Pavia un'inchiesta sulle presunte infiltrazioni della 'ndrangheta, e Saviano era intervenuto nella cittadina in due incontri molto seguiti, svoltisi nei mesi scorsi presso l'università e in una nota libreria del centro storico.

PARLA IL SINDACO  Alessandro Cattaneo, primo cittadino di Pavia, si difende. "Io mi sono astenuto perchè la proposta in Consiglio è stata posta in maniera strumentale, creando una contrapposizione tra i buoni e i cattivi. Noi abbiamo concepito la cittadinanza onoraria per personalità legate in qualche modo a Pavia, mentre Saviano è stato qui solo per un paio di dibattiti". Inoltre, ha proseguito il sindaco, "bisogna smetterla con la sinistra che dà lezioni. Questo è il modo peggiore per fare antimafia".

PAROLA ALL'OPPOSIZIONE  Dopo il voto si sono scatenate le polemiche: "Il consiglio comunale di Pavia ha perso un'occasione e grazie ai consiglieri della Lega e del Pdl ha contribuito a scrivere una pessima pagina sul libro mastro del Comune", ha detto Alberto Losacco, parlamentare del Pd. "Cosa ha dato noia ai signori della Lega? Il fatto che Saviano sia meridionale? O magari la sua denuncia sull'infiltrazioni mafiose nel Nord leghista, peraltro confermate anche dalle retate degli ultimi giorni? È un rifiuto gretto e pericoloso". E gli fa eco il portavoce dell'Italia dei Valori Leoluca Orlando, secondo il quale "il rifiuto da parte del Pdl e della Lega di dare la cittadinanza onoraria di Pavia a Saviano è un'offesa alla lotta contro tutte le mafie ed è la conferma che questa maggioranza combatte la criminalità organizzata solo a parole".

RISPUNTA NAPOLI  "Chiediamo al neo sindaco De Magistris di concedere a Roberto Saviano la cittadinanza onoraria della città di Napoli; avevamo fatto la stessa richiesta al suo predecessore il dindaco Iervolino, forti di 7mila firme raccolte, ma non siamo stati ascoltati. Adesso chiediamo a De Magistris di dare lui questo riconoscimento allo scrittore». È quanto affermano Francesco Emilio Borrelli, commissario campano dei Verdi, e Rino De Martino, titolare della storica libreria Treves. I due promotori del comitato per la cittadinanza onoraria per l' autore di 'Gomorra' hanno risposto al voto della città lombarda auspicando di "non fare la fine e la brutta figura di Pavia, città governata da Lega e Pdl, che non ha concesso la cittadinanza onoraria allo scrittore solo perchè è del Sud».

Redazione online

E' un vero peccato, un occasione persa per la città di Pavia.. Probabilmente chi vuole combattere il "Sistema" nuoce gravemente alla salute, del cancro.. -.-"
Postato da Anonimo il 26/11/2012 20:17
Invia il tuo commento





consenso al trattamento dei dati
I commenti inviati vengono pubblicati solo dopo esser stati approvati dalla redazione






Invia una copia anche al tuo indirizzo di posta
Se il codice risultasse illeggibile CLICCA QUI per generarne un altro