cerca

2-0 ALL'OLIMPICO

Dzeko show, la Roma batte l'Empoli e aspetta Napoli-Juve

Dzeko show, la Roma batte l'Empoli e aspetta Napoli-Juve

La Roma fa il suo, batte 2-0 l’Empoli e si porta a -5 dalla Juventus attesa domani sera dallo scontro di fuoco con il Napoli al San Paolo. Tra 24 ore saprà se si potrà tornare a parlare di un campionato ancora aperto al vertice (secondo posto compreso), o se avrà guadagnato terreno sui partenopei, avvicinati oggi dalla Lazio (-3). Con i biancocelesti l’appuntamento per la resa dei conti è in agenda tra tre giorni, il derby sembra non aver distratto nessuna delle due, visto che hanno entrambe vinto in questo sabato di Serie A. Magari qualcosa ha tolto dal punto di vista delle energie, ma il risultato è arrivato comunque e tanto basta. 

LE SCELTE Spalletti collauda il duo Paredes-Nainggolan a centrocampo, aspettando i rientri di Strootman e De Rossi nel derby. Il belga (capitano) arretra e fa spazio a Perotti sulla trequarti condivisa con Salah. Dzeko davanti a tutti. Martusciello risponde con El Kaddouri alle spalle di Marilungo e Thiam.

PRIMO TEMPO Inizio di partita molto soft, ritmi blandi ed Empoli pronto all’agguato. Thiam sovrasta fisicamente sia Fazio sia Manolas e per due volte si ritrova davanti al portiere. Nella più clamorosa la Roma ringrazia il guardalinee che alza la bandierina e segnala un fuorigioco che non c’è: Szczesny era franato sul giocatore per fermarlo, sarebbe stato rigore e almeno giallo. Al 12’ arriva un episodio favorevole per i padroni di casa, Dzeko sblocca la partita colpendo il pallone come viene, in mezzo all’area, dopo due rimpalli. Un pizzico di fortuna nel vantaggio romanista, 1-0 sul tabellone di un Olimpico che per l’ultima volta vede le barriere, basse ma presenti, in Curva Sud: dal derby si (ri)cambia e i tifosi tornano al loro posto. Al 29’ Paredes conclude di potenza col destro, Skorupski deve metterci il guantone per sfiorare la palla quel tanto che basta per spedirla in corner. Bel colpo di testa di Perotti sul primo palo dopo il cross di Salah, esce di pochissimo. Attacca l’Empoli con Marilungo, sinistro alto: si divora il pari. La gara non decolla, i giallorossi non riescono a chiuderla e all’intervallo è 1-0.

SECONDO TEMPO Si riparte con i toscani in avanti, Marilungo con l’esterno destro chiama Szczesny alla super parata per evitare il pareggio. L’Empoli è vivo. Al 9’ Salah spizza male davanti alla porta e spreca un’occasione. Ci pensa di nuovo Dzeko, all’11’ della ripresa, a raddoppiare sull’assist dell’egiziano. Per il bosniaco sono 33 reti stagionali, superato il record di Totti, Volk e Manfredini. E Edin ha ancora 9 partite (10, se la Roma ribalta il risultato con la Lazio e arriva in finale di Coppa Italia) per migliorare lo score. Ancora pericoloso Thiam al 23’, tiro stoppato da Szczesny. Al 25’ altra traversa nel destino della Roma, e di Salah, che vede negarsi il tris di testa dal legno. Al 28’ cambio della guardia: entra Totti, esce Dzeko che l’ha appena sorpassato scrivendo un pezzetto di storia romanista. Ѐ l’ora dell’ingresso dei «vecchietti» della A, con il capitano prende posto in campo, tra le fila dei toscani, il 37enne Maccarone. I minuti finali scorrono senza emozioni, la Roma archivia la pratica Empoli e prenota divano e tv per domani sera, quando al San Paolo si sfideranno Napoli e Juventus. Ma soprattutto adesso è libera di pensare al derby e alla rimonta da compiere. In tre giorni gli obiettivi dei giallorossi potrebbero acquisire una luce nuova. Ѐ tutto ancora da scrivere.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello

Opinioni