sabato 23 agosto 2014
.
Sfogliatore
ACQUISTA EDIZIONE
LEGGI L’EDIZIONE
21/03/2012 05:30

Operazione Persistenza Atto conclusivo dell'inchiesta con una raffica di arresti

Quattro schede per sviare i detective

E chiamavano la droga «cocomero» Si vantavano al telefono di «far cacciare i soldi allo Stato» per le intercettazioni

L'operazione, che ha mosso i primi passi l'anno scorso, ha visto la squadra mobile di Pierfrancesco Muriana impegnata in prima linea nella lotta al traffico di sostanze stupefacenti. I cinque arresti di ieri, disposti dal gip Maria Michela Di Fine, sono stati eseguiti in collaborazione con i colleghi di Foggia e sotto il coordinamento del Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato. In manette sono finiti Roberto Martelli, 32 anni, di Pescara, Christian De Sanctis, 22 anni, di San Giovanni Teatino, Alessio Spinelli 34 anni, di Pescara, Silvana Di Rocco, 39 anni, di Pescara, Carmine D'Apote, 46 anni, di Sannicandro. In precedenza erano già stati arrestati in flagranza di reato Pietro Grilletto, 69 anni, e sua moglie Maria De Gregorio, 51 anni, domiciliati a Lesina, incensurati, sorpresi sull'autostrada A14 mentre si apprestavano a consegnare un chilo di eroina a Martelli per conto di D'Apote, e Marico Maurizio Di Marco, 57 anni, di Pescara, fermato dopo che si era rifornito di venti grammi di cocaina dalla coppia Spinelli-Di Rocco. Altre tre persone sono indagate a piede libero. L'indagine, coordinata dal sostituto procuratore Gennaro Varone, ha smantellato un giro di droga che gli investigatori definiscono «florido» nel quale Martelli avrebbe rivestito un ruolo di spicco. Dalle risultanze investigative si deduce ache l'uomo è risultato sarebbe stato in contatto con De Sanctis, in grado di mettere a disposizione sim card utilizzate per conversazioni "riservate" e che invece sono state intercettate dalla polizia. Tra queste la telefonata nella quale Martelli (che gestisce un negozio di frutta) chiedeva quattro sim a De Sanctis. « Così metto quattro schede - si legge negli atti - perchè siccome gli piace ascoltare li facciamo ascoltare meglio con quattro schede! Gli piace cacciare i soldi allo Stato … con quattro schede mi sentono di più». Nel gergo utilizzato in un'altra telefonata intercettata tra Martelli e D'Apote, invece, si parla dell'acquisto di quintali di «cocomeri». Secondo la polizia, però, non si trattava di angurie, ma di un carico di eroina intercettato e sequestrato.

Redazione online






consenso al trattamento dei dati
I commenti inviati vengono pubblicati solo dopo esser stati approvati dalla redazione






Invia una copia anche al tuo indirizzo di posta
Se il codice risultasse illeggibile CLICCA QUI per generarne un altro

 

Copyright 2001 Quotidiano IL Tempo srl tutti i diritti riservati - Gerenza - Pubblicità