martedì 16 settembre 2014
.
Sfogliatore
ACQUISTA EDIZIONE
LEGGI L’EDIZIONE
12/08/2003 24:00

Le vittime, quindici persone del Napoletano, avevano cenato in un noto ristorante dell'Isernino. Non sono risultati gravi

In ospedale per intossicazione alimentare

Dopo i controlli sanitari effettuati al pronto soccorso, sono state subito dimesse. In arrivo una denuncia

È la disavventura capitata l'altra sera ad una comitiva di quindici napoletani in vacanza in un centro della provincia. Per apprezzare i sapori del luogo il gruppo l'altra sera ha deciso di cenare in un ristorante della zona. A tavola hanno pensato di assaggiare piatti tipici, scegliendo nel menù pietanze come pasta e fagioli, cotiche e infine arrosticini. Il tutto accompagnato da qualche buon bicchiere di vino. La serata finisce in allegria. La comitiva paga il conto e va via. Ma di lì a qualche ora, qualcuno comincia ad avvertire dei malori. Via via sempre più insopportabile. E in breve tempo tutti i partecipanti al convivio si sono sentiti malissimo. Dolori allucinanti che hanno spinto i quindici a ricorrere alle cure dei medici. Dopo qualche ora infatti, quando ormai era notte fonda, la comitiva intera si è ritrovata ad «invadere» il pronto soccorso del «Veneziale» di Isernia. Il responso per tutti: intossicazione. La vicenda tutto sommato si è risolta nel migliore dei modi. Visto che nessuno del gruppo è stato costretto a subire la lavanda gastrica. Per tutti la brutta avventura si è conclusa con una dose di antibiotico. Dell'episodio si sta occupando la Polizia di Stato di Isernia. Gli agenti ieri mattina hanno fatto visita al locale «incriminato», insieme all'ufficiale sanitario. Dove hanno effettuato una campionatura degli ingredienti utilizzati per la preparazione delle pietanze mangiate dalla comitiva napoletana. I campioni saranno analizzati, per stabilire se effettivamente c'era qualcosa di avariato nei cibi «sotto accusa». Intanto, non l'hanno presa bene i quindici malcapitati. Che dopo la nottata trascorsa in ospedale vogliono giustizia. Starebbero infatti pensando di sporgere querela nei confronti del ristoratore per lesioni colpose.

Redazione online






consenso al trattamento dei dati
I commenti inviati vengono pubblicati solo dopo esser stati approvati dalla redazione






Invia una copia anche al tuo indirizzo di posta
Se il codice risultasse illeggibile CLICCA QUI per generarne un altro